The Voice of Italy, un palermitano dagli occhi a mandorla nel Team Carrà

The Voice of Italy, si sono concluse ieri sera le Blind Audtion e tra i talenti individuati figura il palermitano Armand Curameng. Il palermitano dagli occhi a mandorla ha stregato la giuria con la sua interpretazione di “Crazy Little Thing Called Love” dei Queen. Si girano Emis Killa e Raffaella Carrà ma scelta cade proprio sulla Carrà.

Armando, in arte Armand, è arrivato dalle Filippine in Italia nel 1998 all’età di 27 anni. Fin da piccolo ha sfruttato il suo talento canoro per racimolare qualche soldo cantando per strada e anche dopo essere diventato insegnante di inglese nelle scuole elementari, arrotondava lo stipendio facendo serate musicali nei locali della sua città nelle Filippine. Poi il trasferimento a Palermo dove lavora come domestico e ha iniziato a esibirsi nelle piazze, nei teatri e nei locali cittadini.

Adesso la svolta con The Voice. “Corpo, voce, swing, divertimento”, così lo definisce Raffaella Carrà, che nei movimenti lo paragona ad Adriano Celentano: “Sei vicino a quello che cerco. Tu hai cantato con swing divertendoti molto. Scegli me”. “Raffaella Carrà – risponde un emozionato Armand – è la mia ispirazione da quando sono arrivato in Italia”.

Exit mobile version