Primo Piano

Termini Imerese, trovata l’intesa sulla questione randagi

Foto da Internet

Si è svolto domenica 4 novembre presso la sede storica del Municipio l’incontro tra il sindaco, Totò Burrafato, il coordinatore nazionale del Partito Animalista Europeo Enrico Rizzi, i Verdi rappresentati da Massimiliano Mazzola, Giuseppe Purpi della Lida e alcuni rappresentanti delle Guardie Ambientali.

La questione del dibattito è nata in seguito a una ordinanza del sindaco che vietava di dar da mangiare ad alcuni cani randagi che sostano in una zona contigua alla scuola elementare Torracchio, a seguito delle lamentele di alcuni residenti. Ordinanza che ha causato una diffida da parte del Partito Animalista Europeo.

L’intesa raggiunta ieri, prevede la sospensione momentanea dell’ordinanza in attesa di un piano integrato di misure straordinarie che porti all’adozione dei cani della zona del Torracchio.

“Siamo convinti del fatto che l’ordinanza emanata il 22 ottobre scorso non può essere considerata ‘affama- randagi’ “– hanno dichiarato il sindaco Totò Burrafato e il Presidente del Consiglio comunale Stefano Vitale, che ha preso parte all’incontro.

Il divieto infatti, non riguarda l’intera città di Termini Imerese, ma è limitato alla zona del Torracchio.

“Comunque – ha continuato il sindaco – da questo momento l’ordinanza contestata è sospesa, ma sicuramente ad essa va ascritto il merito di aver permesso al Comune di Termini Imerese l’avvio di una fase di confronto e collaborazione fattiva con le associazioni animaliste per progettare interventi risolutivi in merito al benessere dei randagi presenti nella zona del Torracchio attivando opportune iniziative di adozione. Saranno le Guardie Ambientali ad occuparsi di questi animali e a vigilare puntualmente sul loro stato di salute. Nel caso in cui, per qualsiasi motivo, le condizioni di vita dei randagi dovessero peggiorare allora si predisporrà il ritiro dell’ordinanza, che comunque cesserà definitivamente di avere vigore quando tutti i cani troveranno un nuovo padrone. Anche il partito animalista Europeo e quello dei Verdi si attiveranno per favorire l’adozione di questi animali a livello nazionale”.

Piena soddisfazione è stata espressa dal Presidente del Consiglio comunale Stefano Vitale in ordine al raggiungimento di un’intesa con le associazioni animaliste. “Il problema del randagismo infatti – ha continuato Vitale – non si risolve con le sfide, ma con la collaborazione”.

Comunicato stampa

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button