Termini Imerese, randagismo: importante l’azione della Guardie Ambientali

foto www.seguonews.it

Anche nel 2014 le Guardie Ambientali hanno svolto la loro preziosa funzione di supporto e di aiuto per rendere meno pericolosa la presenza degli animali randagi o abbandonati nel territorio sia per i cittadini sia per gli stessi animali. A conclusione del 2014 è stato redatto un resoconto che, in modo dettagliato, ha registrato tutte le adozioni e le partenze degli animali ospiti della struttura di Lignari.

“Tale bilancio – ha precisato il sindaco Totò Burrafato – ci dà la misura dell’impegno profuso affinché questi animali possano non essere abbandonati a se stessi rappresentando anche un problema per l’ordine pubblico e altresì possano beneficiare dell’amore e delle cure di chi ama gli animali”.

In totale le adozioni dal mese di gennaio al mese di dicembre 2014 sono pari a 266 unità. Mentre dal mese di gennaio a settembre sono partiti 174 cani per adozione o stallo. Oggi nel canile Lignari sono presenti 148 cani a fronte dei 201 presenti nel mese di ottobre del 2012, data in cui la gestione del canile è stata affidata alle Guardie Ambientali.

Negli ultimi anni l’Amministrazione comunale ha condiviso con le Guardie Ambientali diverse iniziative utili per la risoluzione della questione del randagismo nel territorio comunale. Dalla sterilizzazione dei cani randagi e dei cani del canile da parte del personale veterinario dell’ASP, agli interventi messi in campo dalla protezione civile per il trasporto in città dei cani. E’ stata di fatto attivata anche l’anagrafe canina presso i locali comunali di via Garibaldi dove viene garantita la microcippatura gratuita degli animali, operazione strategica per assicurare il censimento dei cani cittadini. L’obiettivo che con l’attivazione dell’ambulatorio si è voluto raggiungere è anche quello di creare una possibile forma consorziata con altri centri del comprensorio, allo scopo di attrezzare la sede ambulatoriale e ottimizzarne l’utilizzo. E’ stata intensificata infine, l’azione di controllo da parte della Polizia Municipale affinché non si verifichino, come in passato, casi di avvelenamento.

“L’anno trascorso è stato un anno pieno di abbandoni e di ritrovamenti di cucciolate – ha detto la responsabile delle Guardie Ambientali Laura Muriella – che ci hanno impegnati, seppur in condizioni di disagio logistico e con scarse risorse, a tentare di limitare i danni per questi animali che rischiano anche la vita restando abbandonati senza controlli nel territorio. Il nostro obiettivo e il nostro sogno è quello di potere affidare alle famiglie tutti i cani presenti nella struttura comunale di Lignari”.

Exit mobile version