Economia e LavoroPrimo Piano

Tempeste annunciate e ammiccamenti sulla crisi del Teatro Biondo

Foto internet

Si e’ svolta la conferenza stampa del sindacato SLC  aderente alla CGIL. I giornalisti sono stati invitati dal segretario Maurizio Rosso per ascoltare le rivendicazioni e le  proposte lanciate alla dirigenza del Teatro Biondo per risanare le disastrose condizioni in cui versa il Teatro alla luce dei forti disavanzi e della crisi  in atto resistente.

Il Segretario pur non entrando nel merito politico crea i presupposti polemici circa l’orientamento  della dirigenza  ma si guarda bene da sollevare il “Caso” politico continuando a dare solidarieta’ al Direttore Artistico Roberto Alajmo e rifiutando di prendere posizioni per una richiesta di dimissioni dell’intero management,se pur sollecitato dai giornalisti e dal consigliere comunale Giulio Cusimano  presente alla stessa conferenza.

Insiste il segretario nel sostenere di aver avuto ragione di credere nel rilancio del Teatro Biondo, rilancio che è puntualmente avvenuto come dimostrano i numeri. Ma allora ci chiediamo perche’ lo stato di permanente agitazione con scioperi minacciati e perche’ se di rilancio si e’ parlato con ampia soddisfazione continua il perdurare di una lamentela per la crisi in atto e le proposte per definirla?

Non siamo convinti di questi  tentennamenti perchè se e’ vero che nessuno  può richiedere  un atto etico tipo richiesta di riduzione degli stipendi della dirigenza è pur vero che velatamente non si accetta che i lavoratori abbiano  dato un esempio con la riduzione dello stipendio del 40% mentre nessun segnale e’ arrivato dal Direttore.

Motivo quindi di rivalsa e rivendicazione, quindi i forti emolumenti dei dirigenti e l’eliminazione dell’accordo  integrativo aziendale in maniera unilaterale da parte del Teatro Biondo.

Ancora la soppressione dell’accordo sulla diaria per il personale che va in trasferta e il non pagamento dello straordinario effettuato.Ma Allora se queste rivendicazioni bruciano e non e’ piu’ tollerabile questo stato di cose perche’ ventilare scioperi che non si fanno protestando davanti al Teatro in occasione delle prime e confermare la stima al Direttore Roberto Alajmo……

Contraddizione in termini o freni tirati con gran gusto politico del Volemose bene malgrado tutto?. Poca credibilita’  sugli interventi del sindacato….. lo attendiamo alla prova e alle conferme delle attivita’ di sciopero annunciate.

PAOLO SANTORO


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com