Fatti d'ImpresaPrimo Piano

Telemarketing, Cdm approva la riforma del registro pubblico delle opposizioni

Il Governo ha approvato la riforma del registro pubblico delle opposizioni al telemarketing selvaggio. Ecco cosa cambia

Approvata dal Consiglio dei ministri, la riforma del registro pubblico delle opposizioni al telemarketing selvaggio, proposta dal Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, con la quale si intendono semplificare le procedure che, consentono ai cittadini di revocare i consensi alle chiamate promozionali o all’invio di materiale pubblicitario indesiderato, estendendone l’applicazione anche ai cellulari oltre che ai numeri telefonici fissi e alla posta cartacea.

Sono soddisfatto perché abbiamo approvato un’altra riforma importante molto attesa dai cittadini che hanno il diritto veder tutelata la loro privacy da attività promozionali invasive. Con questo strumento si punta finalmente a regolamentare un fenomeno che è diventato inaccettabile”, dichiara il ministro Giorgetti.

Nello specifico, si tratta di un servizio pubblico e gratuito per tutti i cittadini che, una volta iscritti negli elenchi del registro non potranno più essere contattati dall’operatore di telemarketing, a meno che quest’ultimo non abbia ottenuto specifico consenso all’utilizzo dei dati successivamente alla data di iscrizione oppure nell’ambito di un contratto in essere o cessato da non più di trenta giorni

Il provvedimento diventerà operativo con decreto del Presidente della Repubblica e la successiva pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

Una volta reso operativo, vi terremo informati, sulla procedura di attivazione dello strumento.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button