Cinema-Teatro-Musica

Teatro di Verdura, “Anastacia in concerto tra piccoli entusiasmi e non poche delusioni”

Sì, l’avevamo attesa e uniti alla moltitudine di spettatori religiosamente partecipi dell’evento che si stava per svolgere, non stavamo più nella pelle auspicando i brividi che la brava cantante ci avrebbe regalato da lì a poco con la voce piena e a volte black del suo sound tra il blues e il contry.

Arrivo in ritardo su di un palco inutilmente ravvivato dalla sua band che improvvisava in attesa della sua leader. Prima parte lenta con brani sconosciuti ai più e con problemi di Service che impegnavano gli assistenti sul palco per microfonare la cantante in pieno svolgimento di concerto.

La Anastacia nota al pubblico italiano per un duetto con il nostro Eros Ramazzotti  ha tenuto comunque il palco con energia e competenza istrionica. Non si è  assolutamente sprecata utilizzando parte del suo tempo ,circa venti e più  minuti a far salutare il pubblico i componenti la sua band… ad abbracciare alcuni del pubblico sorteggiati per l’occasione …. e girare per il teatro urlando “Piano Piano” al pubblico che l’assediava da vicino.

Insomma una buona performance di marketing che le ha permesso di ridurre il concerto di buoni 20 minuti portando lo stesso ad un nettissimo di 50 minuti.

Finalmente per chiudere alle 23.00 le tanto attese canzoni da lei eseguite e conosciute dal pubblico a mo’ di medley. Con questo ha ravvivato il pubblico che ha potuto cosi’ cantare e ballare sulle gradinate lignee del teatro. Diciamolo pure a rischio crollo considerata la sua forte presenza in ogni ordine di posto.

Buona serata per gli organizzatori che già da 15 giorni dichiaravano il sold out per l’evento.

Commenti uscita concerto “i nostri cantanti fanno almeno tre ore e danno  l’anima quando vogliono amare il pubblico ed essere amati concedendo spesso più di un bis.

Paolo Santoro 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

5 commenti

  1. E’ risaputo da tutti che i “giornalisti” tendono a mettere su carta, anzi su web, notizie fasulle, e lei non fa eccezione. Qui non si tratta di essere noi contro di lei solo perchè siamo fans; qui si sta mentendo sulla realtà del concerto (che lei avrà solo sentito mediante voci che sono circolate). Un vero giornalista deve essere obiettivo e soprattutto per scrivere un articolo deve documentarsi al 100%. Nessuna delle canzone che ha eseguito era sconosciuta ai più, fanno tutte parte di un panorama musicale vasto. Certo, è naturale che i più, come dice lei, riconoscono Left Outside Alone o I’m outta love, però le voglio dire con completa sincerità, che dietro di me una signora chiedeva “Lifeline”… vorrebbe insinuare che si ricordano solo di lei fino al 2005?…Oh, certo che no.

  2. Mi dispiace che di un concerto ricco di emozioni, lei abbia saputo cogliere e scrivere solo le cose superficiali. Intorno a me c’era gente divertita, soddisfatta, emozionata e felice che non ha dato alcuna importanza a quei pochi minuti di problemi tecnici, così come non gliene è importato nulla della scenografia visto e considerato che si tratta di gente venuta solo ed esclusivamente per una grande artista come Anastacia. Mi dispiace, anche, che abbia scambiato l’umanità di questa donna per una “performance di marketing”.
    Comunque la invito a scrivere articoli più ricchi e a scrivere la realtà dei fatti, non solo quello che va bene a lei.
    Buona serata!

  3. Signor Paolo Santoro,
    Avevo già noto che certi giornalisti sono capaci di dire di tutto, solitamente non rispondo neanche ma stavolta ho voglia di farlo visto che questo concerto, da fan di Anastacia quale sono, mi tocca particolarmente e voglio poter dire anche la mia ;).
    Io non so a quale concerto lei abbia assistito per poter scrivere un tale articolo.
    Per prima cosa la musica di Anastacia si chiama SPROCK ed è un mix tra Soul, Pop and Rock 😉 e già questa prima cosa l’ha sbagliata ;).
    Seconda cosa è vero all’inizio i problemi acustici ci sono stati ma si sono risolti subito, poi “prima parte lenta con brani sconosciuti ai più” mi permetta di dirle che mi viene proprio da ridere..
    Left Outside Alone è un brano sconosciuto ai più???..
    O forse è proprio il brano con cui Anastacia è conosciuta dal mondo intero???.. ed è proprio il brano che l’ha portata al successo??..
    Terza cosa, perché non ha parlato della Fan Action spettacolare che c’è stata ieri durante la canzone Heavy on my Heart???.. perché non racconta a tutti quanto Anastacia si sia commossa dall’immenso calore sprigionato dall’amore dei suoi fans che hanno fatto volare i palloncini a forma di cuore in cielo, si sono alzati tutti in piedi e hanno cominciato ad applaudire!!..
    Perché non racconta di come la gente si è alzata nonostante la sicurezza dicesse in continuazione di sedersi durante canzoni come Sweet Child o’ Mine, Best of you e così via??..
    Perché non elogiare invece un’Artista che è scesa dal palco e mentre cantava “I’m outta love” in mezzo ai suoi fan faceva foto e stringeva la mano ad ognuno di loro?..
    Non so lei che tipo di concerti è abituato a vedere, ma alla fine tutti i commenti che ho sentito alla fine del concerto sono stati positivi!!..
    Lei ha trovato giusto giusto l’unica persona che ha detto “i nostri cantanti fanno almeno tre ore e danno l’anima quando vogliono amare il pubblico ed essere amati concedendo spesso più di un bis.” che peccato invece che tutti gli altri siano rimasti entusiasti invece 😉 che peccato invece che Anastacia non fa altro che dimostrare amore per i suoi fan in ogni millesimo di secondo durante il suo concerto.
    Se lei è abituato a concerti dove la gente canta solamente senza interagire con il pubblico, beh devo dirle che mi dispiace perché non sa che cosa meravigliosa si perde.

    1. signor “giornalista”, ma mi sa che lei neanche era presente al concerto. scrive cose assurde e non veritiere. Quale cantante internazionale da tanto affetto ai suoi fan? credo nessuno… ma comunque a mio avviso il concerto è iniziato puntuale come scritto nel programma, per quanto riguarda il microfono si è ripresa pure cantando e scherzando mentre le veniva aggiustato, no come altri artisti che al minimo problema vanno via dal palco…. ma comunqe questa è la prima volta che leggo il suo nome infatti ho fatto una ricerca di lei su google e come ben saprà se si cercano persone famose o non escono molti risultati ma di lei da solo 2 risultati… si faccia una semplice domanda… PERCHE’? la risposta gliela do io….. perchè lei non è nessuno….
      e con questo saluto tutti i fan e non che hanno partecipato al concerto…. mentre a lei le dico solo una cosa… mi fa pena

  4. il concerto non è durato solo 50 minuti come lei scrive, ma quasi due ore belle piene! i problemi con l’impianto audio possono capitare a chiunque. Quale artista non arriva sempre con qualche minuto di ritardo sul palco?! Che il teatro possa crollare poi ho i miei dubbi visto che essendo usato è tenuto sotto stretto controllo…
    “Prima parte lenta con brani sconosciuti ai più” i fan li conoscono ed è questo che conta! Che poi metà pubblico, come suppongo anche lei, fosse lì solo per il richiamo di un nome internazionale e non l’abbia mai seguita e quindi non conosce le sue canzoni che non sono singoli, quello è un altro discorso. Ah, per la cronaca Anastacia non fa blues! Ma Soul, Pop e Rock. E Anastacia in Italia non è certo famosa grazie a Ramazzotti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: