Arte e CulturaPrimo Piano

“T3MPO” di Salvatore Prestifilippo – Anteprima a Palermo 12 dicembre

“T3MPO” di Salvatore Prestifilippo: un romanzo epistolare 2.0  in cui la fotografia fa da contraltare alla narrazione. Il libro verrà presentato in anteprima giovedì 12 dicembre, alle ore 19:00, presso l’Atelier Nuovo Montevergini di Palermo (via Montevergini, 20). Lo scrittore dialogherà sui temi del testo con Masha Sergio e Franco Marineo. Durante l’evento sarà possibile visitare una mostra fotografica dell’autore.

“T3MPO” è l’autoritratto dello scrittore-protagonista: un testo in cui la logica e la disperazione del quotidiano, il gioco e lo strazio degli amori, l’andirivieni dei viaggi tra Italia ed Europa si mescolano in un affresco caleidoscopico che racconta mille e una storia tramite scorci di vita vera. Attraverso email e conversazioni in chat e social network, si svolge la parabola esistenziale del protagonista, che è la metafora del nostro Tempo.

“T3MPO” di Salvatore Prestifilippo è un libro che abbina il testo scritto alla fotografia, in un amalgama di immagini e parole che diventa la cifra stilistica dell’autore. La scelta linguistica di preservare forme e codici della comunicazione da social network, unita al ruolo di primo piano svolto dal corredo fotografico, rende “T3MPO” un libro che fa della sperimentazione il suo carattere principale.

“T3MPO – dichiara la editor Masha Sergio – è un libro a doppio binario: metà fotografico, metà romanzo epistolare 2.0. Le due parti insieme guidano il lettore nel percorso di crescita del protagonista, che attraverso la corrispondenza digitale con tanti e diversi interlocutori, si mostra senza filtri, mettendo a nudo tutto il suo mondo di relazioni, e ancor di più quello interiore. Un libro da leggere e da osservare, grazie soprattutto agli scatti fotografici che hanno immortalato i frammenti di tempo di una vita vera, vissuta senza riserve.”

L’autore: Salvatore Prestifilippo è nato e vive a Palermo ma è vissuto in altre città d’Italia e d’Europa.

Nel 1997 ha iniziato a lavorare nell’ambito del cinema, all’inizio come organizzatore di rassegne e in seguito come fotografo di scena, ad esempio per Chamber Film, di Thomas Rossellini (2010), Il cavaliere sole, di Pasquale Scimeca (2008) e Prove per una tragedia siciliana, di John Turturro e Roman Paska (2008). Dal 2003 ha concentrato la sua attenzione sulla fotografia; nel 2005 è stato selezionato come stagista dalla Magnum Photos di Parigi, e ha acquisito esperienze in altri campi quali la pubblicità, l’editoria e l’arte contemporanea; dal 2004 è iscritto all’Albo nazionale dei giornalisti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button