PoliticaPrimo Piano

Su Facebook il gruppo “Noi non votiamo i deputati uscenti dall’Ars”

Sala d’Ercole (foto Internet)

Noi non votiamo i deputati uscenti dall’Ars“. Questo il nome del gruppo su Facebook che ha oltre 2.500 iscritti e che ha come obiettivo “dire no” ai deputati uscenti che intendono ricandidarsi alle elezioni regionali del 28 ottobre.

Sul social network, assicurano i sostenitori, non ci sarà “nessuna promozione di candidature, partiti, movimenti, etc” e sulla descrizione del gruppo aperto si legge:

“A ottobre la Sicilia sarà chiamata alle urne per eleggere il nuovo Presidente della Regione Siciliana e 90 deputati all’Assemblea Regionale. La campagna elettorale non è ancora iniziata e già si profilano le candidature di molti dei deputati uscenti che, senza alcun pudore e con una incredibile faccia tosta, si ripropongono all’elettorato siciliano.

Quella del Governatore Raffaele Lombardo è stata forse la peggiore legislatura degli ultimi anni. Crisi economica, crisi del lavoro, rischio default. Senza considerare poi quelle tanto promesse riforme che ancora una volta non sono state realizzate. Del degrado in cui versa la politica siciliana, e di conseguenza lo stato della nostra Isola, sono tutti responsabili. Non si salva nessuno: dal Governatore uscente ai suoi assessori che si sono succeduti negli anni, passando per i 90 deputati che anziché preoccuparsi dei problemi della Sicilia e dei siciliani hanno solo cercato di accaparrarsi le appetibili poltrone che Raffaele Lombardo andava promettendo a destra e a sinistra (più a sinistra, è doveroso dire)per costruirsi le sue “strane” maggioranze. Il tutto mentre fuori dal Palazzo la disoccupazione cresceva, le industrie chiudevano, l’immondizia giaceva nelle nostre strade. La Sicilia ha perso credibilità davanti agli occhi del resto della nazione e del mondo intero.

Il popolo siciliano non può solo lamentarsi, urlare la propria rabbia e poi riconfermare la fiducia a questi (dis)onorevoli che hanno ridotto la Sicilia in questo stato. Il popolo siciliano ha dalla sua l’arma più potente: il voto.

Sappiamo bene che non è facile scegliere i rappresentanti migliori, ma cominciare a non dare il proprio consenso ai deputati siciliani uscenti che hanno dimostrato tutta la loro incapacità e il loro disinteresse per le sorti della Sicilia è già un’ottima risposta da parte di un popolo che vuole riappropriarsi della sua identità, della sua dignità calpestata da questi rappresentanti e quindi essere artefice del proprio destino.

In ballo c’è il futuro della nostra terra e dei nostri figli. In questo gruppo aperto è possibile pubblicare scritti, documenti, video e tutto ciò che non sia offensivo nei confronti di alcuno. Non sono tollerate né offese nei confronti di politici né promozioni di candidature di politici vecchi e nuovi”.

Tra le condivisioni preferite dagli amministratori del gruppo anche la nostra inchiesta quotidiana sul lavoro svolto dai deputati della legislatura uscente (cliccate qui).

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Buona idea ma alla fine, vedrete, i siciliani voteranno sempre gli stessi. La logica è sempre quella: tu mi dai una cosa in cambio e io ti voto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com