EsteriPrimo Piano

Strage in Spagna. Deraglia treno a Santiago di Compostela: almeno 77 morti

È di almeno 77 morti il bilancio del disastro ferroviario avvenuto ieri sera nel nord della Spagna, dove è deragliato un treno ad alta velocità con più di 200 passeggeri. Tutte e 13 le carrozze del treno, diretto da Madrid a Ferrol, nella Galizia, sono uscite fuori dai binari in una curva a circa tre chilometri dalla stazione di Santiago di Compostela.

I feriti sono più di 140, venti in condizioni molto gravi e tre dei quali non ancora identificati. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, polizia e lavoratori dell’Adif (Amministratore delle Infrastrutture Ferroviarie) per cercare di spostare i rottami del treno con l’aiuto delle gru.
Molti dei passeggeri che viaggiavano sul treno erano pellegrini diretti a Santiago di Compostela in occasione delle celebrazioni per il santo patrono della città spagnola. Dopo l’incidente la città ha deciso di cancellare la festa dedicata al santo.

Stando a quanto riferito dal delegato del governo in Galizia Samuel Juarez, riporta El Mundo, al momento dell’incidente il treno avrebbe viaggiato a 220 km/h in un tratto in cui la velocità massima consentita era di 80 all’ora.

”È deragliato, che faccio… che faccio” la frase che avrebbe pronunciato uno dei macchinisti. L’uomo, leggermente ferito, sarebbe stato visto aggirarsi sul posto in stato di choc subito dopo il disastro. Si tratta del più grave incidente ferroviario avvenuto nel Paese negli ultimi 40 anni.

Sono in corso le verifiche sulla presenza di nostri connazionali. “Il nostro ambasciatore Pietro Sebastiani è sul posto con il console onorario per verificare l’eventuale presenza di italiani” hanno riferito all’Adnkronos fonti della Farnesina. “Non ci risulta – precisano dal ministero degli Esteri – come riportato da fonti stampa, la presenza di un gruppo di italiani, stiamo verificando la presenza di eventuali connazionali. Le autorità locali non hanno ancora stilato la lista delle vittime”.

Secondo El Mundo a bordo del treno c’era anche un gruppo di ragazzi italiani. “Le autorità spagnole – riporta il quotidiano spagnolo – sono già in contatto con il governo italiano per contattare le famiglie”. La circostanza però al momento non trova conferme.

Papa Francesco si è unito al dolore delle familiari delle vittime. “Il Papa – ha riferito il portavoce vaticano, Federico Lombardi, da Rio de Janeiro, dove si trova con il pontefice per la Giornata Mondiale della Gioventù – è stato informato dell’incidente e naturalmente si unisce al dolore delle famiglie delle vittime”. Papa Francesco, ha aggiunto padre Lombardi, “invita a vivere con fede questo momento di dolore”. (Adnkronos)

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: