PoliticaPrimo Piano

Sicilia: vertice di maggioranza con Crocetta

È in corso a palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione siciliana, un vertice di maggioranza. All’incontro, convocato dal governatore Rosario Crocetta, sono presenti il segretario del Pd Giuseppe Lupo, il capogruppo dei Democratici all’Ars Baldo Gucciardi, il segretario regionale dell’Udc Giampiero D’Alia e il capogruppo dei centristi all’Ars, Lino Leanza e il capogruppo dei Democratici riformisti per la Sicilia Giuseppe Picciolo.

Dopo la bagarre avvenuta domenica scorsa con il segretario del Pd Fausto Raciti, durante l’Assemblea regionale, si è consumato un vero e proprio strappo. Il neo segretario infatti aveva ribadito con forza la “necessità di azzerare la Giunta”.

Crocetta continua a dire no all’ingresso in giunta di deputati regionali o ex deputati regionali o nazionali, anche se i partiti incalzano e chiedono con forza una giunta politica.

Il deputato Pd Fabrizio Ferrandelli dai social network si rivolge al presidente Crocetta e a Raciti chiedendogli di “scongiurare un nuovo Vietnam”.

“La nuova fase – scrive Ferrandelli – non può non tenere conto della crescente questione morale e soprattutto non può passare dalla nomina in giunta di politici o tecnici fedeli a qualche capo corrente. Se questa fosse la logica allora sarebbe più coerente che ci mettessero la faccia loro stessi”.

“C’è – continua il parlamentare regionale del Pd – un clima pessimo tra i deputati all’Ars e grande preoccupazione tra i sostenitori delle forze che compongono la maggioranza di governo. La sensazione che ho è che i vertici, in questa fase, non rappresentino le istanze della base. Infatti non c’è soltanto l’esigenza di ripartire ma soprattutto c’è quella di una ritrovata sintonia tra forze politiche, rappresentanti istituzionali, militanti e società”.

“O ci sintonizziamo su queste frequenze – conclude – facendo sì che la nuova fase di governo sia armonica, espressione della voglia di innovazione e cambiamento che c’è nella società e all’interno dei partiti o, lo dico a Crocetta e a Raciti, ci apprestiamo a compiere un’operazione di segreterie che rischia di riproporre un Vietnam parlamentare che dobbiamo lasciarci alle spalle. Sarebbe contento qualche politico o burocrate di partito, ma a pagarne il prezzo sarebbero ancora milioni di siciliani”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: