CronacaPrimo Piano

Sicilia, successo per la seconda edizione di FaiMarathon

Conclusa la seconda edizione di FAIMARATHON a Palermo. L’unica maratona che si corre con gli occhi si è svolta ieri a Palermo, e contemporaneamente in 90 città italiane, tra cui in Sicilia anche Agrigento, Catania, Enna, Messina, Scicli, Siracusa e Trapani con l’obiettivo di sensibilizzare gli italiani di ogni età nella tutela del nostro patrimonio artistico e culturale e nel sostegno alle attività della Fondazione.

L’evento è stato ideato e realizzato dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in partnership con Il Gioco del Lotto, a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordati di salvare l’Italia”.

La delegazione FAI Palermo, coordinata da Rita Cedrini, ha organizzato l’tinerario Ob eorum devotionem -gli oratori tra fabrilità e funzione, luoghi noti e meno noti della città che conservano tesori nascosti tra cui gli stucchi del Serpotta.

Con il sostegno degli sponsor, del gruppo FAI GIOVANI e dei numerosi volontari, famiglie, giovani e anche amici a quattro zampe hanno potuto visitare 11 oratori con partenza dal Chiostro della Facoltà di Giurisprudenza con l’Oratorio di S. Giuseppe dei Falegnami, per proseguire verso l’Oratorio della Madonna del Fervore, la Cappella delle Dame al Giardinello, l’Oratorio del Sabato, la Cappella della Soledad, S. Mercurio, il Carminello, l’Oratorio di Sant’Orsola, l’Immacolatella, l’Oratorio dei Bianchi, SS. Crocifisso alla Magione e, per gli iscritti FAI, l‘Hotel di Palazzo Sitano.

L’evento si è concluso all’Archivio di Stato con il Concerto di flauto traverso del Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo con la direzione del Maestro De Luca.

Percorso seguito quest’anno anche con l’aiuto dell’App per Smartphone ideata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e dalla mappa realizzata dalla Delegazione FAI Palermo e distribuita con il quarto libro della collana “parole di luoghi” con schede storiche e immagini dei siti della seconda edizione di FAIMARATHON ancora disponibile su richiesta per chi volesse conoscere la storia e le caratteristiche dei siti aperti quest’anno durante le iniziative FAI a Palermo

Grande soddisfazione per i partecipanti che quest’anno hanno potuto deliziare il loro palato oltre che gli occhi e l’anima, grazie al pranzo a sacco preparato da Altrakucina, con tre menù a scelta normale, vegetariano e per bambini, ad opera dello Chef Gaetano Billeci.

È ancora possibile sostenere il FAI nella salvaguardia e nella valorizzazione del nostro patrimonio con  la campagna “Ricordati di salvare l’Italia”, basta inviare un SMS o chiamare il numero 45592. Il valore della donazione sarà di 1 euro per ciascun SMS inviato. Continua anche l’iniziativa “Io LOTTO per un’Italia più bella. Tu che FAI?” che ha coinvolto i partecipanti in commenti e slogan sulla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale italiano personalizzando con una frase la pettorina e partecipando al challenge fotografico su Instagram ideato con Instagramers Italia.

Intanto nella pagina Facebook Delegazione FAI Palermo e su twitter FAI_Sicilia è possibile continuare a condividere foto e commenti a testimonianza della partecipazione alla seconda edizione di FAIMARATHON, le più belle saranno condivise nel blog della Delegazione.

“I simpatizzanti FAI ci hanno sostenuto ancora una volta, anche se la città è stata distratta con  iniziative contemporanee anche negli stessi luoghi, mostrando interesse per la cultura, per la nostra città e per le inizative di raccolta fondi del Fondo Ambiente Italiano, impegnato per la tutela del patrimonio artistico culturale. Prossimi appuntamenti con il FAI a Palermo, la visita alla Pupa del Capo e la conferenza su Caravaggio e i suoi strumenti musicali, oltre ad altri organizzati dal grupp giovani”, ha detto Rita Cedrini, capo delegazione FAI Palermo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button