Primo Piano

Sicilia: recuperato corpo operaio cava; Panepinto, “era un atto doveroso”

“E’ stato un momento di grande dolore ed emozione, ma era un atto necessario di rispetto nei confronti della moglie e dei familiari”. Lo dice Giovanni Panepinto, sindaco di Bivona (Ag) e deputato regionale del PD, a proposito del recupero del corpo di Mario Cardinale, l’operaio edile di Bivona travolto il 6 febbraio da una frana mentre, a bordo di un escavatore, lavorava nella cava Galbasa di Villafranca Sicula. Il corpo di Cardinale è stato estratto ieri pomeriggio dai Vigili del Fuoco.

“Ringrazio le istituzioni locali e regionali e la Protezione Civile – aggiunge Panepinto – che si sono interessate a questa difficile operazione di recupero portata avanti con coraggio e competenza dai Vigili del Fuoco. Un ringraziamento va anche agli operai della Italkali e al sindaco di Villafranca Sicula, che in questi giorni hanno continuato a dare il loro contributo in una situazione particolarmente complessa, sotto diversi aspetti. A nome mio personale, dell’amministrazione e di tutta la comunità di Bivona – conclude Panepinto – esprimo vicinanza alla famiglia di quest’ennesima vittima innocente, caduta mentre svolgeva il proprio lavoro”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button