CronacaPrimo Piano

Sicilia, presidente Confindustria Trapani vittima del pizzo. Tre arresti

Vittima del pizzo da otto anni, ora ha detto basta. A sporgere denuncia il presidente di Confindustria di Trapani Gregory Bongiorno. Gli agenti della Squadra mobile hanno eseguito nella notte tre ordinanze di custodia cautelare per estorsione e tentata estorsione, aggravate dalla modalità mafiosa.

I provvedimenti cautelari sono stati notificati a Mariano Asaro, 57 anni, Gaspare Mulè, 46 anni, e Fausto Pennolino, 51 anni. Bongiorno, titolare della ditta castellammarese Agesp spa che opera nel settore dei rifiuti, ha raccontato di aver subito per anni le richieste estorsive di diversi esponenti della famiglia mafiosa di Castellammare del Golfo.

La vittima ha confessato di aver pagato il pizzo dal 2005 al 2007; poi c’era stata una tregua a causa dell’arresto degli stessi estorsori, ma nell’agosto scorso Bongiorno è stato nuovamente ricattato. Non solo avrebbe dovuto effettuare i nuovi “pagamenti”, ma avrebbe dovuto provvedere a saldare gli “arretrati”: 60mila euro, ovvero 10mila per ogni anno che l’imprenditore non avrebbe pagato. Stanco della situazione, a quel punto si è rivolto alla polizia.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button