Politica

Sicilia, manovra finanziaria: “Un documento ingessato e sclerotizzato”

Nino D’Asero

“Incongruenze e manchevolezze sono gli elementi essenziali di questo documento finanziario presentato dal governo” stigmatizza il capogruppo del Pdl Ncd, Nino D’Asero.

“Intanto, malgrado tutte le promesse e l’esperienza già maturata l’anno scorso quando alla fine è stato varata una manovra limitata e quasi vuota – riprende D’Asero – anche quest’anno si arriva a dicembre con un documento di programmazione: praticamente inutile!”.

“Secondo il governo, dovremo continuare a tentar di gestire le emergenze e accontentarci di amministrare i costi fissi, ormai standardizzati così come quelli legati alle gare centralizzate che, visto anche che finiscono tutte annullate, soltanto nocumento arrecano all’imprenditoria locale e alle casse della Regione. E mancano norme sugli investimenti per istituire sani automatismi per frequenze positive alle imprese, che siano di nuova formazione (sempre che in Sicilia si possa ancor parlare di nuove aziende) o che siano già attive malgrado le mille difficoltà fra le quali operano. E manca qualsiasi input per una occupazione sana che domani non pesi sulla spesa pubblica. Non vi è traccia di snellimento della burocrazia, di azioni mirate allo sviluppo dei comparti produttivi ed economici dal Turismo, all’agricoltura o all’Artigianato”.

“Non abbiamo indicazioni sull’utilizzo del nuovo strumento di coesione con il governo centrale: una opportunità, tanto quanto dovrebbe essere tutta la manovra finanziaria, che non sfrutteremo, lasciando quindi la Sicilia, almeno per un altro anno ancora, ad annegare nella criticità economica e lavorativa, visto che si stanno trattando soltanto le spese correnti: un documento di spesa ingessata!”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: