CronacaPrimo Piano

Sicilia, lo sport ”naufraga” nella tempesta dell’emergenza sbarchi

Ancora vive in tutti noi le immagini di gioia e di disperazione dipinte sui volti dei profughi giunti sulle nostre coste. Centinaia, migliaia di profughi e comunque sempre troppi per una Sicilia debole ed uno Stato italiano sordo, che non ha voluto ascoltare le loro grida di aiuto. Ed ora a distanza di mesi, quando ormai le telecamere puntano i loro obiettivi altrove, l’emergenza, di cui nessuno parla più, è ancora una ferita aperta in Sicilia.

In Sicilia dove lo sport è sempre l’ultima voce nel capitolo delle spese della Regione Sicilia, in Sicilia dove gli impianti sportivi non sono mai all’avanguardia ed in Sicilia dove i campi di baseball si contano sulla punta delle dita di una mano, sembra impensabile che la soluzione all’emergenza sbarchi ricada su questo settore. Ma di fatto non lo è: in questi giorni il Campo di Baseball di Messina è stato destinato all’allestimento di un campo profughi.

“Quello che loro vedono come un campo -spiega Michele Bonaccorso, Presidente FIBS Sicilia – per noi è molto di più: è un luogo di aggregazione ed inclusione sociale, è un’agenzia formativa, è il campo della crescita personale e sportiva dei nostri ragazzi! Siamo stanchi di vederci sottrarre risorse, se ci tolgono anche i campi di gioco non immagino cosa sarà dello sport e del baseball siciliano!”

Indignazione e rabbia traspaiono dalle parole del Presidente FIBS Sicilia, poiché una dozzina di tende allineate su di un campo scoperto non è un gesto di solidarietà, è semplicemente una soluzione dozzinale e frettolosa! Con questa scelta si è garantito ad un centinaio di profughi un inverno all’addiaccio e a migliaia di ragazzi si nega la possibilità di crescere con lo sport.

Forse poteva essere trovata una soluzione diversa, magari migliore dato che in Sicilia non mancano certo strutture inutilizzate, più idonee ad ospitare i profughi, ma a molti questa deve essere sembrata la più “solidale”. Lo sport ed il baseball siciliano continueranno a far sentire con forza la loro voce richiedendo risposte concrete.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: