EnogastronomiaPrimo Piano

Sicilia, le eccellenze del vino a Londra per il Wines of Sicily Tasting

E’ ormai diventato uno degli appuntamenti più attesi dagli operatori di settore della City. Ritorna, anche quest’anno, il Wines of Sicily Tasting di Londra giunto ormai alla sua terza edizione. La manifestazione, promossa dall’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia e dedicata esclusivamente ai vini siciliani, è organizzata da Hunty&Coady Ltd con l’assistenza speciale di  Michèle Shah.

Per tutta la giornata di martedì 12 novembre, dalle ore 1o del mattino fino al tardo pomeriggio, importatori, distributori, sommelier, ristoratori e giornalisti potranno degustare e scoprire le etichette delle trentadue aziende siciliane partecipanti, secondo l’ormai collaudata formula del walk around tasting che sarà allestito presso l’Altitude – The River Room, l’ultramoderna struttura espositiva affacciata sulle rive del Tamigi.

“La Sicilia e il Regno Unito – dichiara Lucio Monte, Direttore Generale dell’IRVOS – sono legate da un passato di fiorenti scambi commerciali, un legame che ha lasciato tracce storiche e culturali che vogliamo recuperare.  Quest’anno la prestigiosa associazione “Circle of Wine Writers”, con sede a Londra, ha scelto la nostra isola come tappa del proprio viaggio annuale. Nel mese di giugno abbiamo ospitato alcuni suoi componenti che hanno visitato le diverse zone della tradizione vitivinicola siciliana e incontrato i protagonisti del Born in Sicily. Londra è anche la sede – prosegue Monte dell’Institute of Master of Wine, la più importante associazione di settore al mondo. Con il Wines of Sicily Tasting vogliamo pertanto rafforzare la presenza dei vini siciliani in una città strategica per il mercato internazionale del vino”.

Spazio anche all’approfondimento con i seminari condotti da Jo Ahearne. La Master of Wine, che vanta collaborazioni con i brand più conosciuti a livello mondiale, da Jacobs Creek a Hardy’s, e aziende di massimo prestigio come Charles Melton e Pipers Brook , è reduce da una recente visita in Sicilia e illustrerà, in tre differenti seminari, la ricchezza dell’ immenso patrimonio vinicolo dell’isola. Il primo seminario avrà come focus il Nerello Mascalese, un vitigno coltivato in diverse altitudini da cui nascono vini sorprendenti; il secondo approfondirà invece la conoscenza sui Vini bianchi siciliani, un’occasione per scoprire vini eleganti e in linea con i gusti dei winelover di tutto il mondo; il terzo ed ultimo seminario sarà dedicato infine al Nero D’Avola, vitigno principe della viticultura siciliana e simbolo stesso del rinascimento enologico di una delle regioni italiane più promettenti del settore.

“Ogni anno aumenta il numero delle cantine partecipanti all’evento di Londra afferma Michèle Shah a conferma dell’importanza che la capitale del Regno Unito ancora oggi riveste. E’ da qui, infatti, che partono tutte le nuove tendenze in fatto di vino, le stesse che poi condizioneranno i mercati emergenti, in particolare quelli asiatici, che sono tra gli obiettivi primari dei produttori siciliani sempre più orientati al mercato estero. Con questa manifestazione puntiamo a rafforzare il valore del “Born in Sicily”, un marchio che garantisce al consumatore finale degli standard qualitativi che solo un territorio unico e irripetibile come la Sicilia sa regalare”. 

Di seguito l’elenco delle aziende partecipanti: Abraxas, Al-Cantara, Alessandro di Camporeale, Benanti, Carlo Pellegrino, Colomba Bianca, Baglio Curatolo Arini, CVA Canicattì, Cellaro, De Gregorio, Corbera, Fina, Costantino, Curto, Donna di Coppe, Duca di Salaparuta, Feudo Arancio, Feudo Disisa, Feudo Montoni, Feudo di Santa Tresa, Limonio, Luna Sicana, Nicosia, Pietradolce, Planeta, Rapitalà, Russo, Rizzuto Guccione, Cantine Settesoli, Terrazze dell’Etna, Tenimenti Zabù, Zisola.    

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: