Politica

Sicilia, l’assessore Scilabra revoca un ente di formazione per condizionamenti mafiosi

Nelli Scilabra (foto internet)

L’assessore regionale alla Formazione e all’Istruzione Nelli Scilabra ha revocato finanziamento e accreditamento a un ente di formazione per probabili infiltrazioni mafiose.  “Ho acquisito un’informativa rilasciata dalla Prefettura di Agrigento ha dichiarato – dalla quale emergono rischi di condizionamento mafioso nei confronti di un Ente, con il quale l’Assessorato ha in corso un rapporto contrattuale per un valore di circa 400.000,00 euro, a valere sull’Avviso 20/2011″.

“Ho disposto subito agli uffici del Dipartimento di attivare il procedimento finalizzato alla revoca del finanziamento e dell’accreditamento dell’ente. Ho dato precise direttive per bloccare, nelle more della conclusione del procedimento di revoca, qualsiasi erogazione di risorse all’Ente nonché la sospensione dal sistema dell’accreditamento – prosegue l’assessore alla Formazione -. Chi rappresenta un’Istituzione non può avere dubbi di fronte a casi di questo tipo”.

L’assessore Scilabra, specificando che ha richiesto precise garanzie sulla salvaguardia dei posti di lavoro dei dipendenti, ha sottolineato che “la Regione Siciliana non può avere rapporti di alcun tipo con soggetti che non siano impermeabili, in modo assoluto e chiaro, da infiltrazioni mafiose”.

La giovane Scilabra incassa anche il sostegno di Mariella Maggio (Pd), vicepresidente della commissione Cultura, Formazione e Lavoro all’Assemblea regionale siciliana: “Sosterremo con convinzione l’assessore alla Formazione: il suo programma illustrato in commissione all’Ars è apparso convincente, ma bisogna passare presto dagli annunci ai fatti”. “Ci è piaciuta, in particolare, l’intenzione di proporre una legge organica sulla ricerca in Sicilia: una riforma attesa da tempo e assolutamente necessaria – prosegue . Tema molto delicato è invece quello del dimensionamento degli organici degli istituti scolastici: fino ad oggi si sono fatti solo tagli, bisogna invertire la rotta per dare nuove opportunità di lavoro e per migliorare l’offerta formativa”.

La vicepresidente della commissione Lavoro ha poi apprezzato il piano di messa in sicurezza degli edifici scolastici, annunciato dall’assessore. “Un modo – dice – per migliorare la qualità e la sicurezza delle nostre strutture, e al tempo stesso per dare ossigeno al comparto edile, in ginocchio a causa della crisi”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: