Economia & Lavoro

Sicilia, Commercio. Figuccia: “Denunciare una situazione di stasi”

Vincenzo Figuccia, Foto internet

“Una volta tanto non posso che essere d’accordo con l’Assessore regionale Linda Vancheri, nel promuovere una riforma del Commercio che vada a rompere una situazione sclerotizzata e permetta davvero di far beneficiare i consumatori di un libero mercato aperto, non schiavo di forme arcaiche di protezionismo.”

“Ricordo come ai tempi della Lira, gli Italo-americani di origine siciliana tornavano nei loro paesi di origine e trovavano convenienza ad acquistare il “Made in Italy” anche perché a quel tempo i saldi venivano effettuati almeno tre volte ogni anno. Reintrodurre forme di libertà commerciale di questo tipo porterà un beneficio sia per i consumatori che per gli operatori turistici che per i turisti, che saranno invogliati a tornare.”

Lo ha dichiarato l’onorevole Vincenzo Figuccia, vice presidente del Partito dei Siciliani e Presidente dell’intergruppo “Giovani energie” all’ARS, che sottolinea come “a dimostrazione del fatto che il nostro impegno e la nostra azione parlamentare sono basati su fatti concreti e non su posizioni ideologiche preconcette, aspettiamo ora che l’Assessore e tutto il Governo mettano in pratica quanto annunciato; se lo faranno il nostro appoggio non mancherà.”

“Devo però registrare che sul piano dell’azione amministrativa, l’attenzione del Governo Crocetta sembra concentrata in altre direzioni. Nonostante si ripetano e siano più che evidenti i segnali di un allarme sociale crescente, che sarà aggravato dall’eventuale gravissima perdita di centinaia di milioni di euro di fondi comunitari, l’attività amministrativa reale è concentrata su liberi consorzi , riforme elettorali e altri temi che non interessano nessuno.”

Mentre la gente muore letteralmente di fame – conclude il parlamentare – non si può che denunciare la situazione di stasi in cui versano sia il Governo regionale che le Commissioni Parlamentari, segno di un’inaccettabile lontananza dai problemi reali delle persone.”

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com