Economia e LavoroPrimo Piano

Sicilia, Burrafato: “L’acquario di Termini si farà”

Approvata all’unanimità dei presenti la delibera di giunta n.69/2014 sull’acquario proposta dall‘Ing. Vincenzo Mantia: il progetto proietta la città di Termini Imerese sulla dimensione turistica da sempre ricercata dai tutti quei termitani che vedono nel turismo lo sbocco economico utile a rialzarsi dalla crisi del dopo Fiat.

Senza rinunciare a credere nelle attuali idee imprenditoriali del settore industriale, conservando integro gli intendimenti su “Interporto” e snodi strategici commerciali, la giunta comunale col modello di “Sviluppo Economico Integrato” vuole dare credito alle ipotesi turistiche messe in campo fino ad oggi.

La delibera di giunta garantisce continuità amministrativa e fattibilità tecnica, qualsiasi siano le sorti delle prossime elezioni comunali, sicuri da aver interpretato il volere delle migliaia di sottoscrizioni che sigillano un concetto base: i termitani credono nel turismo e credono in un disegno alternativo del nostro territorio.

Col senso di responsabilità che sempre ha contraddistinto l’amministrazione, non potevano non apprezzare, valorizzare e dare senso concreto ad un proposta progettuale che rende sempre più concreta la realizzazione di un acquario a Termini Imerese. Già nel 2011 una ricerca di mercato ed uno studio di prefattibilità era stato redatto dalla “Costa Edutainment Spa” ed una delibera dell’autorità portuale di Termini e Palermo, consegnava questa area come idonea per la realizzazione dell’acquario.

L’Acquarsella di Vincenzo Mantia, cosi’ e’ stata ufficialmente battezzata, perfettamente integrata nel “porto turistico”, coerente col “piano sul parco termale” e facilmente raggiungibile anche con la nuova “strada di collegamento alla statale” per Trabia, e’ oggi più che un sogno, e comincia a muovere i passi amministrativi dovuti per la sua realizzazione: gli uffici e le strutture dirigenziali del Comune hanno ricevuto l’indirizzo, tramite la delibera, di adoperarsi al meglio per portare avanti il progetto, che ha un costo complessivo di 36 milioni di euro da realizzarsi col project financing.

Interessanti prospettive di lavoro già dalla realizzazione, con circa 400 lavoratori impiegati, ed enorme sviluppo socio economico e culturale per il territorio, con inevitabile risonanza sul nome della città, oggi alle cronache solo per la chiusura della Fiat. Nulla da eccepire sulle slide proposte (visionabili su youtube), sui rendering ad effetto, e sull’idea progettuale che richiama con grande determinazione l’altra grande risorsa del  territorio: il “Parco di Himera”, la sua storia e la cultura archeologica ad essa collegata.

“Un grazie doveroso va all’Ing. Vincenzo Mantia – dichiara Salvatore Burrafato, sindaco di Termini Umerese – per la sua caparbia determinazione ed il suo generoso contributo, ancora una volta sancito dal regalo fatto alla comunità, soprattutto per tutte le sue opere professionali ad oggi messe in campo: parafrasando lo slogan SIPUOFARE, con questa amministrazione, qualora venisse riconfermata, l'”AQUARSELLA SI FARA'”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button