Cinema-Teatro-Musica

Sicilia, aperte le iscrizioni al Shakespeare Theatre Academy

Tony Colapinto

Aperte le iscrizioni all’Accademia Internazionale di Arte Drammatica nelle tre città siciliane Palermo, Agrigento, Trapani. La Shakespeare Theatre Academy (S.T.A) è una delle più qualificate Istituzioni di Formazione Artistica presenti attualmente in ambito internazionale specializzata nello studio della recitazione, Teatro, Cinema e Televisione.

S.T.A costituisce da molti anni un’importante realtà di riferimento nel panorama internazionale per la formazione attorale, offrendo agli attori professionisti un costante aggiornamento, e agli allievi-attori un percorso formativo che fornisca gli strumenti necessari per affrontare in modo autonomo la professione dell’attore. Al tempo stesso, con proposte mirate, l’Accademia si presenta come un interlocutore qualificato per chi desidera accostarsi al teatro per pura passione.

L’Accademia si dedica ad una completa e raffinata preparazione dell’ attore teatrale e cinematografico, attraverso un esauriente quanto particolareggiato percorso di studio teorico/pratico, teso a sviluppare da una parte la tecnica e la conoscenza dei linguaggi scenici e dall’altra l’espressione personale e la libertà creativa di ciascun allievo.

La Shakespeare Theatre Academy prevede, un piano di studio intensivo ed articolato, in grado di formare giovani professionisti che sappiano rispondere alle esigenze sempre più competitive e diversificate del panorama teatrale e cinematografico internazionale. Artisti completi, capaci di spingersi oltre i confini della lingua: dalla commedia all’arte drammatica, dalla prosa all’immagine, dalla parola al movimento, partendo da una solida conoscenza del passato per afferrare meglio il senso del presente. Tale progetto formativo si snoda attraverso anni di studi, durante i quali gli allievi saranno chiamati a sostenere gli esami teorico/pratici.

Alcune discipline inserite nei piani di studio: Interpretazione, Scrittura, Regia teatrale, Costruzione del personaggio, Tecnica d’improvvisazione, Movimento scenico, Voce e dizione, Versi e prosa, Storia del Teatro e dello Spettacolo, Drammaturgia, Acting, Canto ed elementi musicali, Organizzazione del settore, Marketing dello spettacolo, Training, Drammatizzazione spazio scenico, Scenografia, Ambientazioni drammatiche, Biomeccanica teatrale, Architettura dello spazio scenico, Recitazione in lingua inglese e francese, Il tempo comico, Sonorizzazioni, Mimo e pantomima, Regia e montaggio cinematografico, Tecnica di narrazione, Scenotecnica.

La Scoperta
Il primo anno è l’anno della scoperta delle proprie potenzialità creative ed espressive. Percorreremo due strade. Da una parte si lavorerà sulla voce e sulla dizione, con l’analisi e la messa in scena di diversi monologhi teatrali e cinematografici; dall’altra si lavorerà sul corpo, dove attraverso esercizi fisici e giochi teatrali, l’allievo sarà stimolato a sviluppare la propria creatività, attenzione, concentrazione, immaginazione. Alla base dello studio è la scoperta dei linguaggi espressivi e comunicativi, lo studio stilistico, sia poetico che umoristico, affinato da una costante applicazione pratica e creativa.

La Consapevolezza
Il secondo anno è l’anno della consapevolezza del proprio potenziale artistico e creativo. Il corso si propone di proseguire con maggior consapevolezza il cammino di ricerca su se stessi intrapreso durante il primo anno. Attraverso training fisici e vocali l’allievo affronterà il percorso di creazione e caratterizzazione del personaggio. Attitudini, modo di parlare, camminare, vestire. Corpo e voce si uniranno per dar vita alla messa in scena di situazioni teatrali tratte

L’azione
Il terzo anno è l’anno in cui l’allievo si avvicina professionalmente al lavoro dell’attore. Senza perdere gli stimoli di scoperta e consapevolezza delle proprie capacità creative, fisiche e vocali, l’allievo prosegue il lavoro di sviluppo del proprio potenziale creativo intrapreso durante gli anni precedenti.

Teatro Ragazzi
Il corso dedicato agli allievi under 14. Attraverso gli strumenti e le tecniche teatrali si attiva un’efficace esperienza di scoperta del proprio corpo come strumento espressivo, delle proprie capacità creative, della dimensione relazionale. L’approccio è ludico e ha come scopo la valorizzazione delle singole peculiarità all’interno del gruppo, all’interno di un contesto protetto in cui viene privilegiata l’interazione cooperativa con gli altri. Gli esercizi, proposti nella forma del gioco di gruppo, mirano sul piano fisico a migliorare il coordinamento motorio, rinforzare la funzione dell’equilibrio, dosare l’energia, usare la gestualità e la parola in modo consapevole; sul piano creativo a stimolare la fantasia, esprimere il proprio mondo emotivo, gestire la relazione con gli altri. Oltre all’esplicita ricaduta socializzante dell’esperienza, il corso sviluppa la capacità di ascolto di sè e dell’ambiente circostante attraverso i cinque sensi.

Voce e Dizione
Il corso si rivolge a tutti coloro che intendono migliorare la qualità del proprio linguaggio verbale per ragioni artistiche (attori, doppiatori, cantanti, conduttori, speaker) o professionali (giornalisti, insegnanti, commercianti, manager, operatori della comunicazione). È noto, infatti, quanto una buona tecnica di dizione e una migliore qualità della voce siano condizioni imprescindibili per una comunicazione completa, per farsi ascoltare e capire, per mantenere desta l’attenzione di chi ci ascolta e per garantire successo ed efficacia al nostro messaggio. Il percorso didattico proporrà esercizi specifici per ottenere in breve tempo una dizione corretta e un sicuro controllo degli esiti sonori ed espressivi dell’emissione vocale. A tale scopo il corso è incentrato sui seguenti aspetti: Ortofonia, Fonetica, Lettura espressiva.

La direzione artistica è affidata al Maestro Tony Colapinto, attore, regista e insegnante di recitazione diplomato presso l’Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano e presso l’ISTA International Study Antropology Teather diretto da Eugenio Barba. Ha partecipato a Cento Vetrine (Canale 5), Terapia d’urgenza (Rai2), Codice rosso (Canale5), Carabinieri (Canale 5).

Preziosa la collaborazione artistica con Patrick Rossi Gastaldi, Dario Fo, Franca Rame, Gigi Proietti, Leo Gullotta, Fioretta Mari, Giorgio Gaber, Gabriele Lavia, Giancarlo Giannini e Claudio Baglioni (testimonial del suo progetto cinematografico UOMO). Premiato alla XVI Biennale del Cinema di Pisa, al 60° Anniversario del Festival du Film di Cannes, Premio Internazionale alla Cultura Giovani Artisti 2008, Candidato al Journalist Television Award 2008, Ambasciatore del Premio Internazionale alla Cultura.

«Il lavoro che da anni svolgo insieme ai miei allievi ha come obiettivo quello di condurli, in quanto attori, non a ‘recitare’ ma a vivere l’esperienza del personaggio sul palcoscenico senza chiudere, come spesso accade per mancanza di fiducia, i canali dell’esperienza stessa e cioè i propri sensi, la propria emotività. Un attore deve scoprire che sul palco può vivere e non solo sopravvivere: invece che dare spazio alla paura di non funzionare è necessario nutrire la gioia di creare. Dar vita ad un personaggio vuol dire creare un altro da te stesso, trasformare l’io privato in io creativo.» Tony Colapinto

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com