CulturaPrimo Piano

Si è conclusa la prima edizione di Palermo International Composers Competition 2014

Si è conclusa domenica 16 novembre con plauso di pubblico e di critica la prima edizione del PICC, Palermo International Composers Competition 2014.

Il Palermo International Composers Competition (PICC) è un concorso internazionale riservato ai giovani compositori di musica da camera. Lo scopo del concorso è quello di valorizzare i giovani talenti del panorama musicale nazionale ed internazionale e la città di Palermo come archetipo culturale e punto d’incontro naturale per le Arti. Per questa prima edizione si è dato spazio alla composizione cameristica per trio, violino, violoncello, pianoforte. I premi del concorso sono stati la pubblicazione editoriale delle partiture, l’esecuzione e la registrazione dell’opera vincitrice a Palermo ed a Duino.  I compositori avevano la possibilità partecipare componendo e presentando una sola opera sul tema della città di Palermo o sul rapporto fra musica ed architettura.

Il concorso organizzato dall’ Accademia Alessandro Scarlatti di Palermo e dall’International Chamber Music Academy di Duino, Trieste si è svolto sotto la direzione artistica del M° Valentina Casesa, del coordinatore delle attività il M° Aloisio Gullo e del Project Manager Alessandro Reina in collaborazione con Maura Colomban referente per le attività a Duino.  Il M° Fabrizio Festa ha presieduto la giuria internazionale di qualità composta da affermati compositori e maestri di musica classica provenienti da tutta Europa, ne facevano parte: la compositrice svizzera il M° Barbara Rettagliati, il compositore e direttore d’orchestra francese il M° Henri-Claude Fantapié, il palermitano compositore e membro dell’Accademia Nazionale Santa Cecilia il M° Marco Betta, il presidente dei compositori sloveni il M° Nenad Firšt ai quali si è affiancato un comitato d’onore composto dall’Ambasciatore Italiano a Mosca Gianfranco Facco Bonetti e dal M° Ivan Rabaglia violinista di fama internazionale e fondatore del Trio Parma.

Vincitore della prima edizione del PICC è stato un giovane compositore fiorentino Giovanni Pontoni con la sua inedita composizione per trio “Dell’ignavo”. L’opera è stata eseguita dal Trio Kanon (Lena Yokoyama, Alessandro Copia, Diego Maccagnola) in prima mondiale a Palermo presso l’abside rinascimentale della chiesa di S. Mamiliano e successivamente presso l’auditorium dell’ International Chamber Music Academy di Duino. Sono stati altresì premiate le opere musicali dei compositori Dario Carmina e Giancarlo Scarvaglieri;  il primo con l’opera “Contrasti” per la sezione musica ed architettura il secondo con “Memorie di un canto” al quale è stata conferita la Menzione Speciale della Giuria.

Il concorso si è concluso nelle date di venerdì 14 novembre con l’esecuzione in prima assoluta dell’opera cameristica “Dell’ignavo” presso splendida chiesa di S. Mamiliano di Palermo e quella di domenica 16 dello stesso mese con il concerto presso l’auditorium dell’International Chamber Music Academy di Duino, Trieste.

Afferma il direttore artistico Valentina Casesa “Il concorso è un segnale importante non solo per il panorama musicale della nostra città, ma anche per tutte le associazioni e gli enti che si occupano di cultura [..] il concorso è stato creato anche allo scopo di valorizzare i beni artistici che arricchiscono già la bellezza naturale del territorio, mettendone in luce le eccellenze sotto molteplici aspetti. [..] il nostro obiettivo principale resta quello di creare una rete di collaborazione e momenti di confronto tra compositori ed interpreti; per tale motivo quest’anno abbiamo chiesto la preziosa collaborazione dell’International Chamber Music Academy di Duino”.

Il M° Aloisio Gullo attesta “Quest’esperienza concreta e vera ci ha dato la possibilità di crescere culturalmente e di credere ancor di più nella forza della musica! [..] Aver ricevuto i complimenti da parte della giuria internazionale per l’idea progettuale e l’organizzazione del medesimo ci permette di volgere il nostro sguardo al futuro [..] E’ stato Indispensabile alla realizzazione del concorso il supporto degli sponsor, che vanno nominati uno per uno:  Rotary Club Palermo Sud Distretto 2110 Sicilia e Malta, la casa discografica Gamma Musica,  Il Tuareg tour operator, la casa editrice Overplay,  LaVampa.it, lo Studio di Ragioneria Navarra”.Nicolò Pavone presidente del Rotary Club Palermo Sud sponsor e promotore principale del concorso dichiara “Ancora una volta il nostro Club ha promosso la cultura e l’Arte con l’A maiuscola [..] “Il Trio Kanon ha incantato gli spettatori accorsi per la premiazione. L’atmosfera creata dalla splendida location e la bravura dei musicisti hanno reso la serata magica”.
Entusiasta il Project manager Alessandro Reina afferma “E’ già in cantiere lo studio per la prossima edizione del PICC! [..] Non è facile in un momento storico come quello che stiamo vivendo contraddistinto dall’inadeguatezza della classe politica italiana rintracciare risorse economiche ed interlocutori istituzionali  capaci di comprendere l’importanza socio culturale etica ed economica dell’Arte, malgrado ciò l’organizzazione del PICC ha dato prova che passione e costanza producono buoni frutti ed economie spese sul territorio, basti pensare alle numerose fasi di hosting (accoglienza) che si sono susseguite durante lo svolgersi del concorso. Mi auguro una maggiore partecipazione attiva delle istituzioni alla prossima edizione del PICC.Conclude il presidente della giuria internazionale il M° Fabrizio Festa esaltando il ruolo del concorso come vetrina internazionale del panorama musicale italiano “Il premio PICC si è caratterizzato sia per le numerose partiture partecipanti al concorso che per l’alta qualità compositiva delle medesime. Ciò ha permesso alla giuria di lavorare in serenità giungendo ad un giudizio unanime sulle partiture in concorso e quindi sull’assegnazione dei premi, ed esprimendo l’auspicio che la competizione palermitana possa crescere ed evolversi come merita. Le partiture vincitrici, oltre che di notevole qualità musicale, siamo convinti troveranno un positivo riscontro anche fra il pubblico. [..] Significativo e di grande valore simbolico è stato il poter annunciare i vincitori del Concorso durante la serata d’apertura della Settimana Alfonsiana prima dell’esibizione della giovane Orchestra Quattro Canti. Si è venuto così a creare un solido ponte fra passato, presente e futuro! [..] il passato è rappresentato dallo storico complesso monumentale di S. Mamiliano, che comprende anche il prezioso Oratorio di Santa Cita, splendida sede dei lavori del concorso; il presente sono i compositori partecipanti al concorso; il futuro prende già forma e vita nella emozionante performance  dai bambini dell’Orchestra Quattro Canti”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare
Close
Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com