Arte e CulturaPrimo Piano

Settimana delle Culture: gli appuntamenti di martedì 27 maggio

Questi gli appuntamenti di martedì 27 maggio per la «Settimana delle Culture – Anteprima 2014», promossa e organizzata dal Comitato «Insieme per Palermo», con la collaborazione dell’assessorato alla Cultura del Comune e la partecipazione di partner pubblici e privati. L’ingresso è libero.

Alle 10,30 all’Arsenale della Marina Regia (in via dell’Arsenale, 144), spettacolo dei bambini scuola dell’infanzia “Comunale Peralta”.

Alle 11 “il Mare e le credenze comuni” a cura dell’Associazione VerdeBlu. A cura della Soprintendenza del Mare, soprintendente Sebastiano Tusa e Alessandra De Caro, e dell’Associazione Museo del Mare e della Navigazione Siciliana “Florio”. Ingresso libero.

Alle 16 visita guidata gratuita al Museo del Caffè Morettino (in via Nuova, 105). Esposte, fra gli altri pezzi, le prime caffettiere a colonna degli inizi del ’900 e i macinacaffè della prima guerra mondiale, realizzati dai fanti con i porta-munizioni. E poi ancora i tostacaffè del ’700 e dell’800 dalle curiose forme a padella, cilindrici o tondi, che servivano per dorare il caffè. L’allestimento propone oggetti provenienti da tutto il mondo, per oltre 600 pezzi esposti.

Alle 17 visita guidata gratuita alle pitture murali che si trovano nel parcheggio dell’Hotel IBIS President (in via Francesco Crispi, 230).

Alle 18, al Teatro di Casa Professa (in piazza Casa Professa) è in programma “Stelle e modelle. Il sogno più grande”. Presenta Gianni Nanfa. Defilé organizzato con abiti della ditta Francesco Pecoraro e della stilista Lorella Pintalba, a cura dell’Associazione Italiana Sindrome di Williams (AISW) Sicilia onlus e dall’Associazione Nuovo Sentiero onlus. Offerta libera.

Alle 21, “Le streghe allo Steri”, visita teatralizzata delle carceri dell’Inquisizione di Palazzo Chiaramonte Steri (in piazza Marina 61). A cura degli Amici dei Musei Siciliani. Ingresso 5 euro. Necessaria la prenotazione, telefonando allo 091 23893788, dalle ore 10 alle 18.

Sempre alle 21, al Teatro Garibaldi (in via Castrofilippo 90) va in scena “Il muro di silenzio”, studio per una tragedia siciliana. Progetto artistico, drammaturgia e regia di Paolo Mannina. Adattamento da Il Muro di Silenzio di Paolo Messina. Con Ada Totaro e Viviana Lombardo e con Bruno di Chiara, Alberto Lanzafame, Paolo Pintabona e Nino Faranna. Ingresso 15 euro. Ridotto10 euro.

Una Madre, simbolo di una Sicilia arcaica ma tuttora attuale, complice involontaria della prepotenza mafiosa di cui è vittima. E i suoi figli, che ha paura di perdere. Dopo la morte del marito, ucciso in un agguato, la Madre, preda di un ricatto, innalza attorno a sé un invalicabile “Muro di Silenzio”. È il suo modo di proteggere i figli, fino a quando, però, il dolore più difficile da sopportare non la spingerà a dire la verità innescando un drammatico crescendo di morti e dolore. “Il Muro di Silenzio” è metafora di una condizione storica e insieme un atto di rivolta contro ogni forma di tirannia, morale e materiale. Un incitamento ad abbattere le barriere ancestrali di paura che rendono schiavi di un destino di dolore e morte.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button