Primo Piano

Sea Watch: Flc Cgil Sicilia, no a nuovi olocausti, basta respingimenti

Graziamaria Pistorino, Segretaria Flc Cgil Sicilia

(di redazione) La segretaria della Flc Cgil Sicilia, Graziamaria Pistorino ha riunito il direttivo regionale a Siracusa dove da giorni si attende lo sbarco della nave Sea Watch con a bordo 47 migranti:

“Proprio nei giorni della memoria è opportuno ricordare che quello che si sta consumando nel Mediterraneo è un vero e proprio olocausto. Una tragedia di fronte alla quale è necessario che l’Italia non commetta gli errori del passato”. Università, ricerca, formazione professionale, conservatori e accademie, bisogna aprire gli occhi – aggiunge – e prendere coscienza della situazione che stiamo vivendo ormai da anni. Per questo abbiamo deciso di essere qui oggi, per chiedere al ministro dell’interno, Matteo Salvini, di far sbarcare le persone a bordo della Sea Watch”.

“La politica dei respingimenti – continua Pistorino – forse è utile a distrarre l’attenzione degli italiani dai grandi problemi del nostro Paese, dalla disoccupazione giovanile al Sud ai mancati investimenti nella scuola siciliana, o ad alimentare la propaganda politica dei partiti di maggioranza, ma sicuramente viola il diritto internazionale e quello umanitario. Un baratro umano che abbiamo già vissuto e che il mondo della conoscenza intende contrastare con tutte le sue forze”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button