Primo PianoScuola e Università

Scuola, l’eurodeputato Corrao: “La Regione Siciliana continua a ignorare i bambini diversamente abili”

La denuncia dell'eurodeputato siciliano a Bruxelles. Dall'inizio della pandemia manca l'assistenza igienico-sanitaria a scuola. La nuova Ministra alla disabilità parli con i fatti”.

PALERMO – “Una società che abbandona i suoi figli più fragili, non è degna di essere considerata civile. In risposta alla mia interrogazione, la Commissione Europea tiene a sottolineare che la responsabilità in tema di disabilità è del Governo italiano. Bene, adesso mi aspetto che tra i primissimi atti della nuova Ministra alla disabilità, la leghista Erika Stefani, accenda i riflettori sul caso Sicilia dove, da inizio pandemia, migliaia di studenti diversamente abili non hanno l’assistenza igienico sanitaria a scuola”. A dichiararlo è l’eurodeputato siciliano Ignazio Corrao a proposito della recente risposta della Commissione UE all’interrogazione sull’assenza di assistenza igienico-sanitaria a scuola per migliaia di bambini disabili in Sicilia e la nomina della nuova Ministra del Governo Draghi.

“Ai nostri studenti disabili – spiega Corrao – vengono negati ogni giorno i diritti più elementari, come l’assistenza igienico sanitaria, causando l’impossibilità di frequentare la scuola, come accaduto nei mesi scorsi a Palermo e in molte altre città siciliane. La cosa ancora più grave è che la Regione Siciliana anche stavolta in bilancio continua a non dare risposte concrete”.

“Ho sollecitato Bruxelles – sottolinea l’eurodeputato – ad interessarsi dell’emergenza. La Commissione mi risponde promettendo di occuparsi degli studenti disabili nella ‘nuova strategia sui diritti delle persone con disabilità’, in fase di preparazione. Tuttavia, come da copione, dice che tocca ai governi promuovere l’istruzione ‘inclusiva’. A questo punto auspico che la nuova Ministra Stefani prenda immediatamente in considerazione l’emergenza siciliana per garantire l’assistenza igienico sanitaria e tutelare la condizione di genitori e lavoratori nelle scuole siciliane, i quali per decenni hanno fornito assistenza per l’igiene personale a studenti con gravi disabilità. Personalmente, porterò il tema della disabilità nelle isole al prossimo consiglio dell’intergruppo isole al Parlamento Europeo. Faremo in modo che questo impegno si traduca in maggiori risorse per i progetti, assistenza definitiva e non piccoli interventi spot senza alcuna continuità” – conclude Corrao.

Articoli Correlati

3 Commenti

  1. Avatar ew131 stalkers, petronilli passeggi, minacce effrazioni e parolacce, calamiggnatto 58, il puffo fortuito insulto ha detto:

    sono d’accordo con lui…bambini e invalidi vanno tutelati dove sono gli assegni della regione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com