CronacaPrimo Piano

Scoperta piantagione di cannabis a Carini

Nella serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Carini hanno tratto in arresto in flagranza di reato, con l’accusa di produzione di sostanze stupefacenti Massimo Grispo, palermitano classe 1971, pregiudicato originario di Palermo ma da tempo gravitante nel territorio di Carinese.

Lo spacciatore noto ai Carabinieri della compagnia di Carini perché arrestato più volte per reati legati agli stupefacenti, aveva terminato di scontare una pena definitiva in regime di detenzione domiciliare nel maggio 2013.

I militari all’atto della scarcerazione, sospettando che potesse ritornare a delinquere, avevano iniziato a tenerlo sotto controllo. Dopo un primo periodo di calma apparente, l’uomo aveva ricominciato a frequentare soggetti gravitanti nel “giro” della droga.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Carini, hanno così deciso di intensificare i servizi di osservazione, e dopo poco sono arrivati alla conclusione che il Grispo avesse cambiato ambito, passando dalle droghe pesanti alle droghe leggere.

Gli investigatori hanno continuato a seguire il Grispo, per verificare da chi si rifornisse di marijuana, e in particolare se avesse un fornitore o se provvedesse in autonomia alla produzione dello stupefacente. Questa seconda opzione si è rivelata quella giusta, e nella serata di ieri è scattato il blitz. Poco dopo il tramonto gli uomini dell’Arma, hanno sottoposto a perquisizione domiciliare la villetta di via del Dalmata ove il pregiudicato abita. All’arrivo dei militari, l’uomo ha temporeggiato ad aprire, verosimilmente per guadagnare il tempo necessario a disfarsi dello stupefacente. Gli operanti però hanno scavalcato la recinzione perimetrale prima che il GRISPO facesse in tempo a prendere alcuna iniziativa, ed hanno trovato una piantagione di circa 40 piante di cannabis indica alte tra i 2 metri e i 2 metri e 70, oltre a marijuana già essiccata e, in parte, sminuzzata (per un totale di circa 3 Kg, da cui sarebbe stato possibile ricavare alcune centinaia di dosi) e il classico kit per il confezionamento.

Il Grispo è stato pertanto tratto in arresto per il delitto di produzione di sostanze stupefacenti. Espletate le formalità di rito è stato tradotto presso il Tribunale di Palermo dove dopo a convalida è stato inviato ai domiciliari in attesa di giudizio.

Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: