Politica

Scontro Figuccia – Spallitta, un vigile: “Mai minacciato nessuno”

Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo

Torniamo a parlare dello scontro tra il vicepresidente del Consiglio Comunale di Palermo, Nadia Spallitta, e il capogruppo del Mpa, Angelo Figuccia, a proposito di un’aula consiliare contesa il 19 settembre scorso (qui l’articolo).

Marcello Ragusa, dirigente sindacale della Cgil ed appartenente al Corpo di Polizia Municipale, infatti, ha voluto dire la sua, pubblicando il seguente commento:

“Essendo stato tirato in ballo dal consigliere Figuccia, sono costretto, mio malgrado (in quanto c’è sicuramente altro a cui pensare e molto altro su cui lavorare), a dire la mia in questo blog: ero presente in quella occasione, e, al dire del consigliere Figuccia, sarei io il “complice” di Nadia Spallitta.

Orbene, oltre a confermare quanto affermato dal Vice Presidente Nadia Spallitta, devo precisare che non ho mai “minacciato” nessuno, tantomeno avrei “con toni minacciosi, … intimato ai presenti di uscire dall’aula e, se ciò non fosse accaduto, … fatto invadere la stessa Sala delle Lapidi dagli oltre seicento vigili urbani presenti… a Piazza Pretoria”.

Magari avessi questo potere, caro consigliere, di poter comandare seicento persone di fare quello che voglio. La verità è ben altra, e lei lo sa bene. E sa anche che lei si è congedato dalla mia persona dandomi del “cafone di vigile”, ripetutamente e minacciosamente (tanto che l’hanno dovuta fisicamente trattenere dall’aggredire la mia persona) davanti a decine di testimoni, quando io non ho mai usato parole offensive nei suoi confronti, ma soltanto chiesto ardentemente collaborazione nello scambiarci le aule, considerata la differenza di partecipanti tra la nostra e la sua riunione, tutto qui.

Lei ha invece categoricamente rifiutato di aiutarci a riunirci, di collaborare per aiutare centinaia di lavoratori (cittadini di Palermo verso i quali, le ricordo, lei è responsabile anche se non direttamente eletto da loro) a discutere per un’oretta le proprie problematiche lavorative. Discussione che, le faccio notare, interessa indirettamente anche i cittadini palermitani, i quali spesso subiscono le scellerate scelte amministrative del governo comunale, il quale talora fa di tutto per penalizzare i servizi offerti dal Corpo di Polizia Municipale, a scapito sia dei lavoratori che dei cittadini.
E questo sarebbe la sua “vicinanza alla categoria della Polizia Municipale”? La sua vicinanza ai lavoratori? La sua vicinanza ai cittadini palermitani?

E poi, capisco che si sia sentito scavalcato, ma le offese se le poteva risparmiare, tanto più questa inutile polemica, che lei ha fatto partire con il suo comunicato stampa.

E qui la chiudo, altre parole sarebbero sprecate e senza senso.

E poiché sono del’idea che le guerre non fanno bene a nessuno, nonostante tutto non la querelerò per la grave ingiuria nei miei confronti, nella speranza che ciò possa insegnarle qualcosa”.

Restiamo adesso in attesa di una controreplica…

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button