Arte e CulturaPrimo Piano

Sciascia nel trionfo di Palazzo Abatellis (di Piero Longo)

Sciascia nel trionfo di Palazzo Abatellis

Lo avevo augurato nella mia presentazione del concerto diretto magistralmente da Gaetano Colajanni per il “Tributo a Leonardo Sciascia” di Mario Modestini nella sala del trionfo nell’indimenticabile pomeriggio della scorsa domenica, per ricordare il centenario della nascita dello scrittore.

È stato il trionfo della vita.

E infatti ” ce ne ricorderemo di questo concerto” e non sarà facile riassistere allo spettacolo accuratissimo in ogni particolare voluto dal direttore artistico Francesco Panasci che è riuscito a dare una nuova tridimensionalità  all’apparato museale di Carlo Scarpa e una luce viva ai colori dell’affresco nel quale il paesaggio quattrocentesco e gli straordinari personaggi sembravano interagire con la musica del maestro palermitano che, ispirato dalle opere di “zio Leonardo”, nei quattro brani proposti ha elargito una parte memorabile della sua produzione musicale che supera il tempo come le opere del grande scrittore di Racalmuto ma italiano e cittadino del mondo come il suo “Candido”.

Il Direttore Colajanni e il solista alla chitarra classica Dario Macaluso, centellinavano le partiture modestiniane leggendo in profondità le originali intavolature melodiche che a tratti suggerivano in note pensieri e movimenti di quella passione morale e culturale che distingue l’opera sciasciana.

Ogni passaggio diveniva voce e il pubblico ascoltava in un raccoglimento particolare perché si sentiva privilegiato in tanta atmosfera che respirava insieme alla figlia di Sciascia e all’autore delle musiche, anche lui emozionato ma sempre vivace interlocutore quando dopo il finale con una “siciliana” inebriante ha ringraziato Pamela Villoresi per il suo intervento, la direttrice Evelina De Castro, il pubblico e le istituzioni che hanno consentito al Museo di vivere la sua identità di scrigno della bellezza di cui l’Eleonora d’Aragona del Laurana e l’Annunziata di Antonello da Messina sono emblemi della cultura occidentale e della Sicilia.

Piero Longo

Galleria fotografica

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button