Scuola e Università

Save the Children, Sicilia terza per povertà educativa

La Sicilia è al terzo posto nella lista delle regioni italiane per povertà educativa, secondo il nuovo indice IPE di Save the Children, che ha diffuso oggi il suo primo rapporto “La Lampada di Aladino – L’Indice di Save the Children per misurare le povertà educative e illuminare il futuro dei bambini in Italia”.

Grave in particolare la situazione dei servizi dedicati alla prima infanzia: solo 5,3 bambini su 100 (nella fascia di età 0-2 anni) sono presi in carico dagli asili pubblici della regione un dato ben lontano da quello dell’Emilia Romagna (26,5%) e ancor più dall’obiettivo del 33% stabilito dall’Ue. Anche il tempo pieno viene garantito solo nel 7,1% delle scuole primarie e nel 22% nelle secondarie di primo grado, mentre circa la metà degli istituti (50,7%) danno la possibilità di usufruire della mensa scolastica.

Sotto lo standard europeo anche il tasso di dispersione scolastica, che in Sicilia raggiunge quota 25,8%, il tasso più alto del Paese. Si tratta di un fenomeno molto grave che non risparmia anche regioni del Nord, come la Valle d’Aosta (19,1%) e la provincia autonoma di Bolzano (16,7%), tenendo l’Italia ancora molto lontana dalla soglia europea del 10%.

La deprivazione educativa non si limita solo alla scuola e riguarda anche gli altri ambiti di vita dei minori: solo il 32,5% tra i bambini e gli adolescenti in Sicilia fa sport continuativamente (a fronte del 61,6% in Valle d’Aosta), il 33,9% dei minori ha letto un libro. Solo il 21,5% dei minori nella regione ha visitato un monumento nell’ultimo anno: colpisce che nel paese che primeggia nel mondo per opere d’arte, nessuna regione italiana veda almeno il 50% dei suoi minori visitare un monumento (al massimo si arriva al 43% della provincia autonoma di Trento)

Fonte Agi

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button