Primo Piano

PROSEGUE IL CAMMINO DI CATENO DE LUCA A SINDACO DI SICILIA

Questa mattina a Palermo è stato tracciato un bilancio del  tour partito il 9 luglio scorso da Palermo che ha portato alla visita di  9 province siciliane; un cammino che lo stesso promotore si augura possa  trasformarsi in una sorta di marcia per procedere, assieme a tutti i sostenitori, a liberare la Sicilia.

È l’ennesima impresa del leader di Sicilia Vera e candidato alla presidenza della Regione Siciliana, Cateno De Luca.

“Porto il modello Messina a Palermo, sarà come proiettare le amministrative su scala regionale” afferma Cateno De Luca.

Il progetto De Luca Sindaco di Sicilia prevede tre liste principali “De Luca sindaco di Sicilia-Sud chiama Nord Giarrusso”, “Orgoglio Siculo-Sicilia Vera”, “Sicilia Vera-Rinascimento Sgarbi”.

Le sei liste di testimonianza, ovvero di impegno personale di semplici cittadini liberi e qualificati saranno: “Basta Mafie”, “Giovani per De Luca”, “Lavoro in Sicilia”, “Autonomia Siciliana”, “Impresa Sicilia” e “Terra d’Amuri”.

Sono questi i numeri del nostro progetto dichiara De Luca, Sindaco di Sicilia. “Sono numeri ovviamente destinati a crescere. I siciliani sono stanchi delle sedute spiritiche sia che si chiamino primarie, sia che si tratti di cenacoli nei vari salotti romani del centrodestra. Le primarie dai tempi di Prodi hanno sempre avuto un esito scontato. Il centrosinistra ha vinto in Sicilia solo con Crocetta, ovvero quando le primarie non le ha fatte. Noi oggi siamo al 41 per cento. Per tutti gli altri il problema ormai non è più trovare l’uomo o la donna che siano in condizione di battermi, ma trovare il candidato che possa perdere con l’onore delle armi e cercare di posizionare il più possibile i deputati uscenti.”

Nel corso della conferenza stampa odierna sono state ufficializzate le adesioni di Igor Gelarda ex consigliere comunale di Palermo che ha lasciato la Lega per aderire al movimento di Sicilia Vera e Salvatore Sanfilippo, sindaco uscente del comune di Santa Flavia.

Caterina Guercio

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button