Primo PianoSalute e Benessere

Sanità. Siglato accordo tra il Giglio di Cefalù e il Gemelli di Roma.

L’obietto: potenziare l’offerta sanitaria.

Firmato oggi a Roma l’accordo tra la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e la Fondazione Istituto G. Giglio di Cefalù, rappresentati dai rispettivi Presidenti, l’avvocato Carlo Fratta Pasini, ed il dottor Giovanni Albano. La collaborazione tra le due fondazioni prevede il potenziamento dell’offerta sanitaria e lo “sviluppo di un centro di eccellenza nell’ambito della ricerca e dell’alta formazione” dell’ospedale di Cefalù.

Presenti alla firma anche il direttore generale del Gemelli, Marco Elefanti, il Preside della Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica, Rocco Bellantone, il Direttore amministrativo della Fondazione Giglio, Gianluca Galati.  L’incontro romano era stato preceduto dalla visita a Palermo con il Presidente della Regione Nello Musumeci, presentando le linee guide della partnership e le attività proposte.

La sottoscrizione della convenzione – dichiara il Presidente della Fondazione Giglio Albano nel giro di un anno implementerà l’offerta sanitaria del Giglio con il duplice obiettivo di dare l’opportunità, a tanti nostri concittadini, di trovare una risposta di cura nella nostra struttura e di ridurre la mobilità passiva che grava sulla spesa sanitaria regionale”.

Sono numerosi, infatti, gli obiettivi che si prefigge l’accordo tra le due Fondazioni. Dall’ampliamento presso l’Ospedale di Cefalù di diversi centri di alta specializzazione per la diagnosi e il trattamento medico e chirurgico di diverse patologie, quali ad esempio grave obesità, malattie della tiroide, tumori epatobiliari e pancreatici, endometriosi; all’attuazione di programmi di ricerca biomedica, sperimentale e clinica, programmi di formazione e trasferimento di know how.

L’accordo oggi raggiunto – sottolinea il Presidente del Gemelli Fratta Pasini – avvia una partnership di lungo periodo che consentirà al Policlinico Gemelli, attraverso la collaborazione con una fondazione pubblica del territorio, fortemente motivata e dinamica come la Giglio, di sviluppare un progetto condiviso di crescita dell’offerta sanitaria, ampliando e potenziando la propria operatività e rendendola più prossima ai bisogni della popolazione siciliana”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button