Cinema-Teatro-Musica

“Sacred Concert of Duke Ellington” per l’Estate al Verdura

Gaetano Randazzo (Foto Renato M Falsini)

Un progetto inedito, interamente dedicato a Duke Ellington e alle sue composizioni a carattere religioso andrà in scena mercoledì 22 luglio alle ore 21:30 al Teatro di Verdura nell’ambito della rassegna concertistica estiva promossa dall’Assessorato alla Cultura della Città di Palermo.

Lo spettacolo Sacred Concert of Duke Ellington, qui proposto in prima esecuzione assoluta, e realizzato appositamente per questa occasione, è stato ideato e diretto da Gaetano Randazzo, che ne cura anche gli arrangiamenti musicali e concluderà l’edizione 2015 del Contemporary Music Festival, organizzato dal Conservatorio di Palermo.

Sacred Concert of Duke Ellington riunisce sul palcoscenico del Teatro di Verdura la jazz vocal Daniela Spalletta, già vincitrice del Premio delle Arti e finalista del Premio Abbado, il performer di Tip Tap Marco Rea, l’Orchestra Sinfonica e Orchestra Jazz del Conservatorio, l’aCappella Group SeiOttavi, il Coro di Voci Bianche e il Coro Arcobaleno del Teatro Massimo di Palermo oltre a numerosi solisti come Giuseppe Milici (armonica), Vito Giordano (tromba e flicorno), Orazio Maugeri (sassofono), Giacomo Tantillo (tromba), Giuseppe Costa (jazz bass) e Giuseppe Urso (batteria).

Sacred Concert of Duke Ellington, proposto in una inedita versione per grande orchestra, riunisce parti provenienti dai tre concerti sacri composti da Duke Ellington tra il 1965 e il 1973, concerti che costituiscono una sorta di “testamento spirituale” dell’artista che li definì «La cosa più importante che io abbia mai realizzato».

In essi convergono elementi della cultura afro-americana e il profondo sentimento di Ellington che affronta i diversi temi della preghiera, dell’amore, della comunicazione con Dio, della giustizia, del perdono: «In realtà il concerto sacro è unico – spiega Gaetano Randazzo – e tre sono i momenti in cui, attraverso la successione dei brani, è suddivisa la “storia della grandezza divina” che qui si è voluto ricostruire».

Questa versione per grande complesso orchestrale unisce creatività compositiva e condivisione tra musicisti, creando un continuo dialogo tra sinfonismo di tradizione e swing del jazz, portando le diverse voci coinvolte a divenire veri e propri “personaggi”, assimilabili a quelli che possono popolare una scena teatrale: «Accanto ai versi poetici, troviamo la musica con la sua successione di melodie e armonie e gli strumenti musicali stessi, che della musica consentono la realizzazione “materiale”, guidando alla contemplazione di Dio e alla sua adorazione. Anche la fisicità del corpo vede riconosciuta la propria forza emotiva ed espressiva che trova spazio nel tumultuoso Tip-tap del «David Danced Before the Lord with All His Might».

Sacred Concert of Duke Ellington – Teatro di Verdura, 22 luglio 2015 ore 21:30

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: