Sport

Rigoni: “Esonero di Iachini? Per me sarebbe una sconfitta”

Prima della seduta pomeridiana,  il centrocampista Luca Rigoni ha risposto alle domande dei giornalisti in sala stampa.  Queste le sue parole:  “E’ un periodo difficile, quattro risultati negativi di fila non fanno piacere a nessuno. Lo scorso anno poi abbiamo fatto una stagione straordinaria, speriamo di ripeterci. Siamo già con la testa al Bologna, sfida essenziale per il nostro cammino”. La scelta di andare in ritiro: “Non piace stare lontano dalle famiglie, ma forse in questo momento abbiamo questa esigenza. E’ un segnale per prepararci nel migliore dei modi e speriamo faccia bene come lo scorso anno”. Sull’inizio di campionato: “Abbiamo cercato di riproporre quanto fatto lo scorso anno, ci siamo riusciti all’inizio, poi non è andata bene. Non dobbiamo buttare  quanto fatto lo scorso anno. Stiamo lavorando con il mister, stiamo preparando le partite giorno dopo giorno e dobbiamo riproporci come lo scorso anno. Abbiamo avuto qualche problema: l’infortunio di Uros, Gila che è arrivato e doveva prendere ritmo, ma chi ha giocato avanti ha fatto il massimo anche se non è andato in gol. Tutti insieme riusciremo ad alzarci e a fare bene come prima”. Sulle voci di un possibile esonero di Iachini: “Ogni volta che perdiamo si mette a rischio, c’è sempre il dubbio ogni volta. Ma ogni giorno noi giochiamo per lui e per noi stessi, per vincere sempre e dare il massimo impegno. Giochiamo per Iachini, ma soprattutto per il Palermo. Per me sarebbe una sconfitta il suo esonero, sono venuto qui per lui“. Il centrocampista ha poi continuato: “I risultati non vengono e c’è da aspettarsi di prendere le critiche abbiamo fatto bene all’inizio, non eravamo forti lì e non siamo scarsi ora. Dobbiamo prenderci le responsabilità, noi anziani dobbiamo prendere il gruppo in mano. Rinnovo? Non abbiamo ancora parlato, non è priorità momentanea e non ci sono incontri programmati. Ero partito bene, poi l’infortunio che mi fa un po’ penare. Non sono al 100%, ma ora nella sosta cercherò di recuperare a forma. Ci auguriamo di tornare come prima, abbiamo fatto la stessa preparazione, ma quest’anno siamo partiti meglio dello scorso. Arriviamo a concludere con i centrocampisti, ma il lavoro è cercare di non subire gol, non per forza di farli. Il presidente ha detto che siamo la squadra più scarsa ora? Ci può dire tutto, ma noi dobbiamo fare parlare il campo. Posso dire che non siamo scarsi”.

Infine un commento sulla classifica: “C’è distacco tra la parte alta della classifica e chi lotta per non retrocedere. Bologna è una partita da non sbagliare. Siamo delusi- ha concluso- ma positivi. Dopo una sconfitta ci dobbiamo rialzare subito, tutte le gare saranno difficili, ma se torniamo come quelli di prima daremo problemi agli avversari”

Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti Potrebbe Interessare:

Close
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: