Arte e Cultura

Riapre Villa Filippina, venerdì 13 giugno inaugurazione con i “Format”

Uno spazio en plein air, nel cuore verde di Palermo, in cui i momenti culturali si sposano con quelli musicali e con quelli dedicati al buon bere. Villa Filippina, la struttura di piazza San Francesco di Paola a Palermo, dal 13 giugno riapre le porte nella veste di incubatore culturale in grado di riunire arte, cinema, danza, musica, teatro, cabaret. Con appuntamenti che avranno luogo nell’area teatro e nella zona lounge-bar. L’inaugurazione, in programma a partire dalle 20, è affidata al live concert dei “Format”.

Un quintetto che riassume l’esperienza e la versatilità di quattro musicisti ed una voce con percorsi musicali differenti. Ad accomunarli è la passione per gli stessi generi musicali: il funky e la disco. Ed è proprio da questa predisposizione che nasce un progetto dedicato alla ricerca minuziosa, alla scelta e allo studio di un repertorio costituito da brani che, oltre a rappresentare il periodo storico di appartenenza, trovano nei componenti della band gli obiettivi che si celano dietro ogni esibizione: divertirsi e far divertire. In scaletta brani carichi di groove, standard della funky music firmati da artisti del calibro di Al Jerreau, George Benson, Simply Red. Tutto ciò viene proposto rigorosamente dal vivo con l’utilizzo di strumenti musicali “vintage” quali chitarra elettrica, basso elettrico, batteria e con l’ausilio di nuove tecnologie musicali che contribuiscono al raggiungimento del sound finale.

Sabato 14 giugno sul palco di Villa Filippina saliranno i Meglio Soul, band nata nel 2012 con l’intento di proporre un repertorio Soul, Funky Dance e R‘n’B che attinge dalle origini della black music ai giorni d’oggi. La band, composta da Davide Ciani (chitarra), Alfredo Dini (basso), Marco Andreuccetti (batteria) e Stefania Poma (voce) propone un vero e proprio viaggio nei meandri del soul che comprende famosissimi brani di artisti come Aretha Franklin, Otis Redding, Marvin Gaye, James Brown, Terence Trent D’Arby, Crusaders e Stevie Wonder in un crescendo d’intensità con medley appositamente arrangiati tipicamente disco anni ’70 (Gloria Gaynor, Thelma Huston, Sylvester, Trammps, Patty LaBelle) per approdare a sonorità contemporanee con brani di Anastacia, Bruno Mars, Jamiroquai e Beyoncè. Il coinvolgimento del pubblico è assicurato e il fine di creare un sound pieno, pressante e divertente è garantito dalla cura negli arrangiamenti con molta attenzione alle sonorità adottate. Al termine del concerto, alle 24, è in programma la proiezione del match Italia-Inghilterra.

I cancelli di Villa Filippina si apriranno alle 20. L’ingresso è libero.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button