Primo Piano

Rete Sociale Attiva denuncia la nuova “tassa sui morti” per i cittadini Siracusani

(di redazione) La Giunta Comunale, probabilmente rendendosi conto della mancanza di una norma nazionale che regolamenti la concessione dei loculi a favore dei propri cittadini, ha ben pensato di coprire questo vuoto normativo approfittando di una precedente delibera, la n. 118 del 1996 dell’allora Consiglio Comunale.

Quella delibera, probabilmente a causa di un successivo “ripensamento di onestà intellettuale” di fatto non era stata mai eseguita.

L’attuale Giunta ha ritenuto non più prorogabile la mancata applicazione di quanto “avventatamente” era stato approvato nel 1996 ed ha approvato la nuova Delibera di giunta n. 61 del 23/04/2019.

Rete Sociale Attiva si chiede se questa mossa sia scaturita da una esigenza di fare cassa o da altre più nobili motivazioni?

Chiedere ai propri cittadini, cittadini di una città in piena crisi economico e sociale, senza alcuna strategia di crescita economica e di diversificazione imprenditoriale, di dover pagare per poter andare a trovare ancora i propri defunti rasenta sicuramente l’assurdità di tale scelta.

I paletti della Delibera di giunta 61/19 prevedono in un sol colpo la riduzione della durata dell’assegnazione dei loculi da 99 anni ad appena 25 anni, e cosa ancora più grave l’imposizione di un “costo” di assegnazione di 600 euro per singolo loculo senza nemmeno riflettere che ogni famiglia potrebbe avere anche più defunti con conseguente moltiplicazione, non dei pani e dei pesci, ma dei costi a carico dei Siracusani.

Rete Sociale Attiva ritiene che chi ha deliberato il provvedimento, spinto probabilmente dall’ansia e dalla necessità di fare cassa, non abbia valutato bene le ricadute economiche e psicologiche sui cittadini siracusani che da troppo tempo vivono nell’indigenza per la grave crisi occupazionale che attanaglia la città.

Per le considerazioni di cui sopra e nell’esclusivo interesse dei cittadini, Rete Sociale Attiva chiede al Sindaco di Siracusa di avviare un tavolo di discussione affinchè si possa porre rimedio a questa ulteriore ed inutile imposizione fiscale.

Rimaniamo in attesa di essere prontamente convocati ed invitiamo i cittadini ad esprimere la loro solidarietà a questa iniziativa contattandoci.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: