Cronaca

Restituiti al Conservatorio Bellini di Palermo altri tre violini

Tre violini, appartenenti al cospicuo patrimonio di strumenti ad arco sparito dal Conservatorio Bellini di Palermo, sono stati rinvenuti recentemente dal Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell’Arma dei Carabinieri di Palermo.

I tre violini, un Nicolas Augustin Chappuy del 1759, un Israel Kämpffe und Söhne del XIX secolo e un violino italiano di costruttore ignoto, con etichetta “riparato in Palermo l’anno 1896 da A. Sgarbi”, si aggiungono al violino di Casimiro Casiglia della prima metà dell’Ottocento già ritrovato e restituito al Conservatorio.

Gli strumenti, in buono stato di conservazione, sono rientrati al Conservatorio in questi giorni, e si è subito pensato ad una manifestazione concertistica che permetta al più presto di fare riascoltare il suono di questi preziosi violini.

Nell’ambito della medesima indagine era stato ritrovato e riconsegnato al suo legittimo proprietario, il Museo Civico di Termini Imerese, un importante violino seicentesco del liutaio Matteo Goffriller.

Il direttore del Conservatorio Bellini Daniele Ficola ringrazia il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell’Arma dei Carabinieri e la Magistratura di Palermo per il rigoroso quanto competente lavoro svolto per il recupero della prima parte di questo importante fondo strumentale che era andato perduto, nella speranza di vedere presto restituite al Conservatorio Bellini anche le altre tessere di questo mosaico.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com