CronacaPoliticaPrimo Piano

Renzi: “Crocetta s’impegni o a casa”

«Si occupino di cose concrete, dei problemi della gente, della sanità. Si smetta di guardare a strani giochi politici: se sono in grado di governare vadano avanti altrimenti vadano a casa». 
Nuovo avviso di sfratto di Matteo Renzi per Rosario Crocetta, che davanti all’Ars ha chiarito di non aver alcuna intenzione di farsi da parte.
Ma pare, invece, che Renzi potrebbe seriamente pensare ad elezioni anticipate in Sicilia. Da settimane il premier aveva preferito non intervenire pubblicamente sulla vienda che ha provocato un alto tasso di problematicità anche nel Pd.
Ma già da alcune indiscrezioni si pensa che la primavera 2016 è  la data che a Roma si immagina come la più probabile per il ritorno alle urne in Sicilia.
Però, nonostante le numerose spinte anche dai vertici e  dopo la vicenda delle intercettazioni con Tutino sulla Borsellino, il goverantore siciliano continua a ribadire di non avere alcuna intenzione di mollare e sfida il suo partito a sfiduciarlo. L’ala dura del Pd, come il sottosegretario Davide Faraone, chiede le dimissioni ma il rischio, secondo altre fonti  è che il Pd, presentando una mozione di sfiducia, si spacchi e che non sia abbastanza forte da poter salire al governo, differentemente dal Presidente Rosario, come affermano dal Pd, che potrebbe trovare numerosi sostegni e riuscire a trovare i numeri per un governo bis.
Strategie e statistiche che lasciano i siciliani in balia di un Presidente che non vogliono più ma che continua a perseverare.
Intanto tutti nel Pd sono convinti che in Sicilia serva una verifica politica che porti Crocetta a prendere atto che non si possa andare avanti. Un incontro tra Renzi e il segretario siciliano Fausto Raciti viene dato per imminente da giorni ma Raciti assicura di non aver avuto alcuna convocazione a Palazzo Chigi.
Mentre il governatore siciliano fa le orecchie da mercante, e continua ad affermare: “Non considero affatto nemico il governo Renzi, anzi chiedo un confronto serio per affrontare i problemi della Sicilia, che non sono quelli di soggetti interessati solo alla destabilizzazione”. “Roma – aggiunge – purtroppo non è bene informata sulle questioni più urgenti e serie dell’isola”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: