Primo Piano

Regione, Giardini Orléans: quasi centomila dalla riapertura

Regione, Giardini Orléans: oltre ventimila visitatori nelle festività, quasi centomila dalla riapertura

 

Regione, Giardini Orléans: quasi centomila dalla riapertura

Sono state oltre 2 mila le persone che nella sola giornata della festività dell’Epifania hanno deciso di visitare i Giardini del Palazzo Orléans, sede della Presidenza della Regione, con il presepe artistico allestito al suo interno. In occasione del periodo delle festività, dall’otto dicembre fino al sei gennaio, i visitatori del parco sono stati quasi 23 mila.

 

In generale, nei primi giorni del nuovo anno, il numero di ingressi giornalieri è stato in crescita rispetto alle precedenti settimane, attestandosi, in media, a circa 1500 visite giornaliere.

 

«Dal giorno della riapertura, il 5 agosto scorso, i visitatori sono stati oltre 95 mila – sottolinea il presidente della Regione, Nello Musumeci – Non possiamo che condividere l’entusiasmo per la riscoperta di questo prezioso spazio della città, un risultato raggiunto dopo un lungo contenzioso con privati, affrontato con determinazione dal nostro governo».

 

In occasione del periodo natalizio, i giardini della Regione sono rimasti aperti con orari prolungati, mantenuti anche nei giorni festivi per permettere a quanti più visitatori possibili di osservare da vicino il presepe artistico, uno dei più estesi d’Italia e realizzato a mano da artigiani siciliani. Il 26 dicembre scorso, giorno di Santo Stefano, i Giardini hanno anche accolto come visitatore d’eccezione il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
I Giardini del Palazzo Orléans sono aperti dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17 con ultimo ingresso, rispettivamente, alle 12.30 e alle 16.30. La domenica l’apertura è solo nella fascia mattutina, mentre il lunedì viene rispettato il giorno di riposo. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito http://igiardinidelpalazzoorleans.it/ e i canali social del parco.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button