PoliticaPrimo Piano

Regione: 35 milioni per piano di occupazione

Trentacinque milioni di euro, è quanto è stato stanziato dall’assessorato regionale al Lavoro per un piano di inclusione dedicato ai lavoratori in cassa integrazione dal 2014.
Il bando  per trovare un nuovo sbocco per almeno 1.500, in futuro 5 mila, fra i lavoratori più colpiti dalla crisi è stato pubblicato proprio venerdì scorso. Chi potrà aderire al bando dovrà seguire un corso di formazione e un tirocinio retribuito con 600 euro al mese per chi è finito in cassa integrazione. Ma la manovra prevista dall’assessorato al Lavoro è più articolata, infatti il piano per prevede già un centinaio di milioni di investimento da destinare al contratto di ricollocazione per almeno duemila disoccupati. Parte verranno anche destinati ai giovani per i quali sono previsti 30 mila tirocini e per la costituzione di nuove imprese. Il bando pubblicato è stato pubblicato dall’assessore regionale al Lavoro Bruno Caruso e dalla dirigente Anna Rosa Corsello e punta sulle cosiddette misure di politica attiva, che si accoppiano al sostegno al reddito che deve essere assicurato a cassintegrati e lavoratori in mobilità. Il bando prevede che i 35 milioni saranno così destinati: 31 saranno impiegati per finanziare corsi e tirocini e gli ultimi 4 milioni andranno alle agenzie per il lavoro come premio per eventuali contratti a tempo determinato o indeterminato siglati dai lavoratori al termine della prima esperienza. A organizzare e distribuite i tirocini e il contatti tra lavoratori e imprese saranno le agenzie accreditate dall’assessorato al Lavoro per il piano Garanzia Giovani. Sono state già programmate anche le somme che andranno agli enti e alle agenzie per il lavoro delle province siciliane: 17,7 milioni a Catania, 11,4 a Palermo, 686 mila euro a Caltanissetta, 915 mila a Ragusa, 1,3 milioni a Trapani, 311 mila euro a Enna, 1,1 milioni a Messina e 1,3 ad Agrigento. Il termine entro il quale si potrà aderire al bando è il 15 settembre. Potranno partecipare sia le agenzie per il lavoro che gli enti di formazione iscritti nella long list regionale per Garanzia Giovani. Nel frattempo l’assessorato al Lavoro individuerà le persone a cui le agenzie o gli enti dovranno garantire tirocini da 600 euro lordi al mese per almeno 6 mesi e corsi di formazione. “L’obiettivo – commenta l’assessore Caruso – è far uscire questo personale dal bacino degli ammortizzatori sociali e introdurli in nuovi ambiti di occupazione”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: