CronacaPrimo Piano

Provvedimento per i 15 veterinari dell’ Asp di Palermo

Il provvedimento nei confronti di quindici veterinari dell’Asp di Palermo coinvolti nell’inchiesta della Digos è stato notificato.

Sono stati sospesi  tutti dal servizio ognuno di loro  indagato a vario titolo: abuso d’ufficio, concussione, falso ideologico, truffa aggravata e commercio di sostanze alimentari nocive. Tra loro il direttore del servizio veterinario Paolo Giambruno colpito già ieri da un nuovo sequestro di beni per 800 mila euro.

I provvedimenti sono stati emessi nei confronti di Carlo Milletarì (dirigente dell’unità di Igiene urbana e lotta al randagismo), Nicasio Lodato (responsabile delle unità di Cefalù e Termini Imerese), Rosario Filippo Pistoia (responsabile dell’unità Coordinamento e servizi ispettivi), i veterinari Pippo Giardina, Patrizia Lucia, Carmelo Murania, Giacomo Lo Monaco, Paolo Ingrassia, Carlo Josè Dispenza, Nicolò Di Bartolo, i tecnici Angelo Foresta, Pietro Fazio, Rosario Aliotta, Vittorio Macaluso e Lorenzo Quartararo.

”Inizieremo una lotta contro questi provvedimenti – dice Paolo Ingrassia segretario nazionale dei veterinari – Presenteremo ricorsi contro la decisione dell’azienda che è la prima in assoluto. Davanti alla conclusione delle indagini senza nessuna sentenza siamo stati messi alla porta”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com