Politica

Province: Gucciardi, “ok a nostra proposta, ora si gioca a carte scoperte”

Foto internet

Sopprimere immediatamente le Province, commissariare gli organi elettivi, annullare le elezioni e, entro sei mesi, varare una riforma organica sulla base dei ‘consorzi di comuni’ e ‘città metropolitane’: è la proposta, ribadita oggi dal Pd in conferenza dei capigruppo, che ha trovato ampio sostegno fra le forze parlamentari all’Ars.

“Adesso – dice Baldo Gucciardi, presidente del gruppo Pd all’Ars – si gioca finalmente a carte scoperte, la proposta del Pd è chiara, nessuno può più bluffare: o si sta dalla parte di chi vuole superare le Province e del presidente Crocetta, o si sta dalla parte di chi vuol mantenere in piedi un sistema che moltiplica sprechi e poltrone”.

“Siamo molto soddisfatti – aggiunge Gucciardi – finalmente c’è un punto fermo: le Province regionali saranno superate, verranno sostituite da consorzi di comuni che riorganizzeranno e riassegneranno le funzioni, tagliando spese e sprechi”.

“Siamo soddisfatti anche perché la nostra proposta ha trovato un’ampia condivisione, ed anche con il Movimento 5 Stelle abbiamo trovato convergenza sui punti principali della riforma. Entro sei mesi durante i quali gli enti saranno commissariati da ufficiali prefettizi – conclude Gucciardi – l’Ars metterà a punto la riforma e i tanti ‘dettagli tecnici’ che non possono essere decisi in un giorno”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button