CronacaPrimo Piano

Progetto Helios: prosegue la formazione, nel settore della pesca

progetto di formazione destinato a giovani che non lavorano e non studiano

Progetto Helios: prosegue la formazione, nel settore della pesca, destinata a giovani che non lavorano e non studiano

Prosegue il progetto di formazione destinato ai giovani che non studiano e non lavorano; Il progetto Helios è  guidato da Nino Carlino, Distretto della Pesca e Crescita Blu–COSVAP, e continua a prestare la propria collaborazione ad importanti progetti di formazione, nell’ambito di attività poste in essere a vantaggio di soggetti NEET, rivolto a tutti giovani che non studiano e non lavorano. In particolare, sta avendo molto successo il progetto HELIOS, basato sui principi della Blue & Circular Economy, che mira alla ricerca di soluzioni utili alla riduzione della povertà, dell’inclusione sociale e del benessere umano nell’area del Mediterraneo.

Tanti i corsisti che prendono parte ai nuovi corsi di qualificazione, che si svolgono nella sede Universitaria di ARCES a Palermo. Grazie alla collaborazione del Distretto della Pesca è stato possibile fornire a questi giovani un momento di confronto formativo a contatto con alcune tra le più significative aziende siciliane della filiera della pesca. I corsiti, guidati da Francesco Foraci, coordinatore e responsabile delle attività del Distretto della Pesca per HELIOS,  hanno potuto visitare alcune aziende di Mazara del Vallo aderenti al COSVAP. LANZA SEAFOOD srl, leader nel settore della trasformazione dei prodotti ittici è stata la prima azienda coinvolta. I giovani sono stati condotti da Salvatore Giacalone lungo un percorso che ha permesso loro di visionare lo stabilimento industriale e gli innovativi sistemi tecnologici per la lavorazione del pescato. Successivamente, i corsisti sono stati accompagnati presso la sede operativa della MCV PESCA srl di Mazara del Vallo dove hanno conosciuto Cosimo ASARO, storico armatore di diversi motopesca della flotta di Mazara del Vallo, che ha illustrato le tradizionali modalità di pesca d’altura e di basso fondale, esponendo le diverse tipologie di attrezzi impiegati. L’esperienza sul campo si è conclusa con la visita alla CEFALÙ IMBALLAGGI PACKAGING SOLUTION srl, sempre a Mazara del Vallo, dove gli imprenditori Riccardo e Giorgio CEFALU’ hanno spiegato minuziosamente tutte le diverse tipologie di packaging che vengono utilizzate per conservare il pescato appena catturato e preservarne le qualità organolettiche fino alla tavola del consumatore. Non in ultimo sono state date nozioni sulle più recenti soluzioni per la commercializzazione del pescato fresco e congelato, con particolare riferimento agli stringenti requisiti che le differenti tipologie di confezionamento devono soddisfare secondo le normative vigenti dettate dallo Stato e dall’Unione Europea, sia sotto l’aspetto della sicurezza alimentare che per la commercializzazione sui canali nazionali ed internazionali.

Articoli Correlati

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button