Arte e Cultura

Presentato progetto Associazione Millecolori per sostenere vittime di violenze

Foto Quotidiano di Ragusa

Un luogo protetto dove è possibile ricevere ascolto, risposte e supporto ai bisogni e alle richieste di aiuto, con l’obiettivo di sostenere la vittima di violenze in un contesto che le fornisca un supporto costante e competente per salvaguardare la propria sicurezza e quella dei propri congiunti.

Grazie al contributo economico concesso da UniCredit è stato inaugurato oggi un ufficio per potere garantire adeguati spazi e la giusta privacy a coloro che si rivolgono al Centro di Prevenzione, Ascolto e Lotta alla Violenza Lia Pipitone, che si trova  a Palermo in via Ammiraglio Persano, all’interno di un bene confiscato alla mafia e assegnato dal Comune di Palermo all’Associazione Millecolori onlus.

“Ci fa piacere avere fornito – ha osservato Vincenzo Tumminello, Responsabile Settore Pubblico e Sviluppo del Territorio Sicilia di UniCredit – un aiuto concreto ad una associazione impegnata nel sensibilizzare le persone al tema del contrasto alla violenza nelle sue diverse manifestazioni. Il contributo economico della banca è stato reso possibile grazie ai fondi raccolti attraverso UniCredit Carta E, la carta di credito del Gruppo UniCredit che, senza alcun costo aggiuntivo per il titolare, destina il 2 per mille di ogni spesa effettuata ad un fondo destinato ad iniziative e progetti di solidarietà. Negli ultimi tre anni, attraverso questo normale prodotto bancario, abbiamo assegnato circa 480 mila euro a 44 onlus che operano nel territorio siciliano”.

“La donazione a favore dell’Associazione Millecolori – ha commentato Cesare Carletta, Responsabile Area Commerciale Palermo di UniCredit – intende testimoniare concretamente il radicamento e la presenza attiva della banca a supporto del territorio in cui opera, anche attraverso una particolare attenzione alle esigenze del mondo del volontariato. E in Sicilia, non c’è dubbio, questo mondo è costituito da tante realtà di assoluto livello che, con il nostro contributo, acquistano una maggiore forza per il raggiungimento dei loro obiettivi”.

“Grazie al contributo del gruppo UniCredit – spiega Adriana Argento, responsabile del Centro Antiviolenza Lia Pipitone di Palermo – abbiamo dotato il nostro centro di supporti fondamentali, realizzando anche una seconda sala colloqui. Per un’associazione come la nostra, si tratta di un gesto molto importante, che contribuisce a migliorare il servizio verso chi si rivolge a noi. Ed è per questo che esprimo a nome di tutto il centro un sentito ringraziamento verso il gruppo UniCredit”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button