Cinema-Teatro-Musica

Presentata terza stagione del Teatro Jolly

Francesca Reggiani, Pino Insegno e Roberto Ciufoli, Marco Marzocca e Stefano Sarcinelli, ma anche i volti della classica comicità made in Sicily come Giovanni Nanfa, Toti e Totino, Antonio Pandolfo, Mary Cipolla, Gino Carista e Giuseppe Giambrone. Il Teatro Jolly svela le sue carte per la terza stagione e rinnova nel titolo la dichiarazione di intenti al proprio pubblico: “Una finestra sulle emozioni”.

“Il cartellone che partirà ad ottobre sarà variamente articolato – spiega il direttore artistico Giovanni Nanfa – e incontrerà i gusti molteplici della nostra platea: sulla scia delle precedenti edizioni, il Jolly si muoverà tra commedia, voglia di leggerezza, musica, richiami al Varietà e un tocco di magia. Gli spettatori si dimostrano sempre attenti ed esigenti – continua Nanfa – ragion per cui la nostra linea programmatica rimane quella di creare spettacoli multiformi, che sappiano tenere d’occhio i testi tradizionali e aprirsi al tempo stesso verso le più moderne forme di rappresentazione. Il successo delle precedenti stagioni ci legittima nella nostra ambizione: quella di raggiungere la quota di 3.000 abbonati – conclude il direttore artistico del Teatro Jolly – considerando di essere una delle poche strutture culturali in grado di offrire, a prezzi accessibili a tutti,  spettacoli di artisti famosi a livello nazionale”.

Si comincia con “Come dentro un film” (17-26 ottobre) spettacolo all’interno del quale Gino Carista e Giovanni Nanfa  (per la prima volta insieme) verranno affiancati dalla scatenata soubrette napoletana Iaia Corcione. Ripercorrendo alcuni classici della cinematografia napoletana e italiana, i tre artisti si alterneranno in gag esilaranti, accompagnati dalle coreografie. La regia è di Antonio Pandolfo.

Comicità e magia invece andranno a braccetto in “Che mondo sarebbe senza” (7-16 novembre): sulla scena la simpatia travolgente di Mary Cipolla e gli imprevedibili giochi di magia di Francesco Scimemi. Anche per i due artisti si tratta del primo incontro sulla scena.

Dal 21 al 30 novembre, invece, le luci del Jolly saranno tutte per Marco Marzocca e il suo celebre domestico filippino Ariel, già apprezzato sul palco di Zelig: a vedersela con lui sarà Stefano Sarcinelli.

La Sicilia torna protagonista con Antonio Pandolfo e il suo “Pandemonio” (12-21 dicembre): uno show all’insegna del buon umore che mostrerà le doti trasformistiche di Pandolfo, alle prese con una carrellata di personaggi. Ad accompagnarlo ci saranno i SuperNova Sound, la band palermitana costituitasi nel 2008 e recentemente salita alla ribalta dopo il duetto con Fiorello nella sua “Edicola Fiore”.

Il fantasista Manfredi Di Liberto torna con la sua arte unica e particolare: dal 9 al 18 gennaio “Al di là dei sogni” porterà sul palcoscenico effetti speciali, stupore e poesia. C’è grande attesa per Di Liberto, che con il suo precedente spettacolo “Wonderful world” è stato la rivelazione del Jolly.

Dalla Trinacria si sale un poco fino in Campania: Vittorio Marsiglia sarà protagonista con il suo “Ora tocca a me” (dal 30 gennaio all’8 febbraio).

Le due regioni si incroceranno subito dopo con “O a va o la spacca” (27 febbraio – 8 marzo): sotto le luci del Jolly un poker d’attori formato da Giovanni Nanfa, Antonio Pandolfo, Giuseppe Giambrone e Iaia Corcione. Cabaret d’autore e Rivista, quindi, mescolate alle caratterizzazioni dell’iperattivo Giambrone e al dinamismo musicale di Nicola Vitale al pianoforte.

Francesca Reggiani sarà la regina della scena, invece, dal 10 al 19 aprile: “50 sfumature di Francesca” sarà un viaggio tra le tante sfumature della crisi che sta attraversando l’Italia. Tra toni grotteschi e voglia di rivincita, l’attrice romana tirerà le somme di questi tempi.

L’aria di Sicilia torna con Toti e Torino: “Il ratto delle sabine” (8-17 maggio) è un classico rielaborato da Angelo Tosto (che cura anche la regia) portato al successo nel tempo da tanti interpreti fra i quali il leggendario Totò. I due popolarissimi comici siciliani saranno affiancati da otto artisti.

Gran finale con Pino Insegno e Roberto Ciufoli: il loro “Avanspettacolo” (22-31 maggio) saluterà il pubblico del Jolly all’insegna della spensieratezza e dell’allegria.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com