CronacaPrimo Piano

Polizia municipale: sequestri e denunce per venditori e posteggiatori abusivi

La polizia municipale domenica sera, durante i controlli predisposti dal Comandante Vincenzo Messina nella zona dello stadio “R. Barbera”, in occasione della partita Italia-Bulgaria, ha sequestrato gadget ed accessori sportivi a due venditori, un uomo,  G.F. di 52 anni ed una donna, G.C. di 44 anni , riscontrati senza autorizzazioni alla vendita .

Entrambi stazionavano in via De Gasperi, ciascuno con la propria bancarella colma di materiale sportivo e gadget e nel complesso gli sono stati sequestrati circa 200 articoli tra bandiere tricolori, sciarpe,  cappellini e  trombe.
L’operazione è stata compiuta congiuntamente con gli agenti della Polizia di Stato, durante le operazione di sequestro,  i due venditori  tentavano il danneggiamento della merce per evitarne il trasloco in depositeria, oltre  a profferire frasi  minacciose nei confronti degli agenti.
G.F. di 52 anni e G.C. di 44 anni, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per minacce, resistenza aggravata, oltraggio e tentato danneggiamento di merce sequestrata.

Nella stessa zona. quattro posteggiatori abusivi, sono stati multati in piazza De Gasperi, via Scannaserpe ed in  via Villa Sofia e sono stati sequestrati circa dieci euro, quali proventi dell’attività.
A ciascuno di loro, D.D.C. di 57 anni, G.M. di 39 anni, C.D.D. di 58 anni e G.R. di 53 anni , è stata comminata una sanzione di 771 euro.

Quest’ultima operazione segue quella compiuta due giorni fa nella zona delle falde di Montepellegrino, dove gli agenti hanno individuato e sanzionato sei posteggiatori abusivi e sequestrato 73 euro quali proventi dell’attività svolta.
Sanzione di 771 euro per I.R. di 35 anni, M.G. di 20 anni,  S.T. di 48 anni, A. C. di 21 anni, M.O. di 60 anni
M. G. di 39 anni è stato multato due volte perché dopo la sanzione di 771 euro ed il sequestro di 41 euro, anziché allontanarsi dal luogo, è stato sorpreso dagli agenti mentre continuava ad esercitare l’attività.
A.C di 21 anni oltre alla sanzione, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per il danneggiamento di un segnale stradale: aveva asportato e divelto un cartello di divieto di sosta, invitando gli automobilisti a parcheggiare in un tratto di strada  inibito alla sosta.

Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: