Primo Piano

Playstation 4, uscita prevista per il 2014

(foto da internet)

 

C’è ma non si vede. L’uscita della nuova Playstation 4, prevista per il 2014, è già argomento di discussione tra i fanatici della consolle a poche ore dalla presentazione in anteprima di ieri notte al Manhattan Center di New York. Non è ancora possibile vedere un modello né una raffigurazione e non è  stato ancora comunicato il costo ma la Sony ha, in due settimane, sensibilizzato l’opinione pubblica di ogni parte del mondo più di tre mesi prima dell’E3 (Electronic Entertaiment Expo) previsto nella tre giorni 11-13 giugno del 2013 a Los Angeles.

Il congegno sarà all’avanguardia, rapidissimo, basato su una sempre più accurata verosimiglianza e con una qualità grafica di incredibile fattura mostrando possibilità tecnologiche molto avanzate attraverso il più piccolo dettaglio. La nuova frontiera del piacere tra le mura domestiche avrà il suo atout sulla simulazione puntando molto sul fattore realistico che permetterà al fruitore di annullare qualsiasi barriera tra lui ed il gioco: la personalizzazione dell’utente è la caratteristica base da soddisfare per il lancio del nuovo prodotto anche se la simulazione avvenuta nel giorno di presentazione non ha mostrato novità a riguardo in quanto avvenuta pubblicizzando nuovi video game (come lotte e sparatorie a scorrimento) che non prevedevano questa modalità basata sulla totale immedesimazione.

La prova del nove, secondo Jim Ryan, presidente ed amministratore della Sony, si baserà sul riscontro dei giocatori più appassionati (gli “hardcore gamers“) i quali sono sempre affascinati da questi modelli di intrattenimento.

Secondo il chiarimento suggerito dalla stessa Sony il gioco dovrà soddisfare dei requisiti indispensabili per affrontare il nuovo progresso tecnologico basato su semplicità, immediatezza, e sulla funzione sociale fondata sulla inevitabile tecnica della personalizzazione.
Immediatezza nella intuizione e nella fruizione sono proprio i principali obiettivi da perseguire per i nuovi giochi della neonata consolle non senza la possibilità di sfruttare la modalità on-line (già presente nella Playstation 3, ora anche su smartphone e tablet) che permette di stimolare la creatività dell’utente.

Dagli anni cinquanta di “Oxo” – uno dei primi videogiochi che usufruiva di un tubo catodico come schermo – alla Playstation il passo è tutt’altro che breve.

La nuova frontiera del caro vecchio ‘videogioco’ ha inizio.

 

Simone Giuffrida

 

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button