CronacaPrimo Piano

Picchiano un clochard per 15 euro, arrestati i due rapinatori

Lo scorso 3 febbraio intorno alle 8.15 i Carabinieri della Stazione di Palermo Centro sono arrivati in Piazza Don Luigi Sturzo a seguito della segnalazione ai danni di un clochard del 118. Sono state trovate numerose tracce di sangue per terra, su alcune coperte e su di un cuscino in prossimità del marciapiede dove l’uomo aveva ricavato un giaciglio.

La vittima, un 34enne di nazionalità indiana, è stata portata all’ospedale “Villa Sofia”. Dopo essere stato visitato , gli è stata diagnosticata una “frattura pluriframmentaria della piramide nasale e la frattura della parete mediale orbita dx”, con una prognosi di 30 giorni.

L’uomo ha riferito ai carabinieri che, mentre stava dormendo, era stato avvicinato da due soggetti, che dopo aver frugato nelle tasche del giubbotto gli avevano rubato 15 €. Accortosi di quanto stava accadendo ha chiesto la restituzione del denaro, ma alla sua richiesta i due aggressori iniziavano a prenderlo a calci sul corpo ed al volto, fornendo indicazioni utili all’identificazione dei due soggetti.

Sulla base delle descrizioni rese dalla vittima, i Carabinieri hanno avviato immediatamente le ricerche dei due rapinatori che venivano notati in piazza Kalsa, seduti su di una panchina a bere del vino.

I due soggetti, i cui tratti apparivano compatibili con la descrizione fornita dalla vittima, al momento del controllo sono risultati privi di permesso di soggiorno e di documenti di qualsiasi natura. La vittima ha riconosciuto i due aggressori che a quel punto non avevano altra possibilità che ammettere le proprie responsabilità confessando di essere gli autori della rapina.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria i due sono stati tratti in arresto con l’accusa di rapina e lesioni personali e tradotti al carcere Pagliarelli.

Massimo Brizzi

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button