Tempo Libero

Pensieri&Parole, Dove è finita la riconoscenza

Un foglio bianco è d’avanti a me, non so se lo lascerò bianco o se tra un po’, domani o tra qualche giorno lo riempirò. La voglia non manca, gli argomenti neanche ma … c’è qualcosa che non va. Mi prendo un po’ di tempo o non lo scrivo affatto? In effetti chi me lo fa fare a scrivere, perché? Non me lo ha prescritto il medico, non ho obblighi eppure nello stesso tempo sento il bisogno di sfogarmi e scrivere mi rilassa. E allora? Su datti da fare comincia a scrivere, si scrivo ma quale argomento tratto?

Della serie “essere o non essere”, ma per me non deve essere un problema anzi.

Ok ci sono, in questi giorni mi ha particolarmente colpito le indiscrezioni su alcuni giocatori della nostra squadra di calcio. Premetto sono un tifoso sfegatato del “Palermo”, mantengo viva la tradizione di famiglia, mio padre da piccolino mi portava allo stadio, quel folclore quei colori mi hanno sempre appassionato, naturalmente e rigorosamente andavamo in curva nord.

Ma cosa sta succedendo, prima un difensore, poi un centrocampista ed adesso un giovane attaccante, sembra che ci sia un virus che ha colpito questi giocatori, e speriamo che non si propaghi ad altri giocatori, mamma mia non oso pensarlo, ops notizie dell’ultima ora sembra, dico sembra che altri due giocatori, un portiere e altro difensore che spesso viene schierato come laterale destro sono stati contagiati, i loro sintomi per fortuna sono in fase embrionale però, speriamo bene. Ma questa malattia, se così si può dire, è solo qua a Palermo? E che cavolo così scalognati siamo, non è bastato recentemente scendere nella serie cadetta, che già quella è stata una tragedia non meritata e subito si ripresenta un altro problema di non facile soluzione?

Dove sono finiti l’attaccamento alla maglia, il riconoscimento degli atleti di una volta?

Il Dio denaro corrompe tutto? Non ci voglio credere, dove andranno a sentire il calore e l’abbraccio fresco e spontaneo dei nostri tifosi e della nostra città, che in altre realtà non troveranno mai.

Possibile che non siano riconoscenti almeno al nostro presidente? Almeno a lui devono molto, per non dire che gli devono tutto, ed adesso lo stanno rinnegando, ma perché, mi chiedo, dal mio punto di vista non lo merita. Il presidente, ripeto questo non lo merita, lui è un personaggio molto, ma molto particolare, che magari in alcuni momenti ha dei comportamenti un po’ così, ma lui ai suoi giocatori gli vuole bene, li coccola fa di tutto per farli rendere al meglio, quante e tante realtà a scoperto, valorizzato e lanciato, chiaramente nel momento in cui questi talenti sono esplosi lui non li ha più trattenuti, la nostra realtà pur bella è sempre una piccola realtà è chiaro che ciascuno di noi tende sempre ad avere il meglio e quindi è naturale che questi talenti siano andati via a cercare  squadre più blasonate e conseguentemente ad essere pagati di più, qua da noi oltre una certa cifra non potevano percepire, ripeto la nostra è una piccola realtà, soddisfazione nonostante tutto c’è ne siamo presi.

Ma fino ad adesso non era mai successo che giocatori, forse abbindolati da terze persone, si comportassero in questa maniera, assurda la definirei. Non ritengo che sia giusto che il presidente e quindi la squadra ci rimettano in toto, si perché oltre a rimetterci economicamente il presidente, le ripercussioni riquadrerebbero tutta la squadra, altro è ricavare una certa cifra per poi reinvestirla altro è non ricavare niente o quasi!

Mi chiedo ma perché, questo comportamento è irriguardoso sia nei confronti della società che dei tifosi ed oserei dire irriguardoso anche nei confronti della città, non bastano già i tanti problemi che abbiamo ora si ci aggiunge anche questo, non è giusto.

Voglio fare un appello, cari Barreto e Dibala fate un atto di umiltà e siate più riconoscenti a questa città a questi tifosi e soprattutto al presidente Zamparini, firmate il contratto e poi se volete andare via da Palermo, non importa per quale motivo, in fin dei conti sono affari vostri,  ma almeno fate in modo che vi ricordiamo con affetto per quei grandi giocatori che siete.

Car@pippo

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button