Politica

Parlamento Europeo istituisce Giornata europea per le vittime di mafia

Foto internet

“Il coraggio e l’esempio del giudice Paolo Borsellino rimangono – a distanza di 21 anni dalla strage di via D’Amelio in cui perse la vita insieme a cinque agenti della sua scorta – la chiave di volta di una nuova e vincente strategia nel contrasto alle mafie e alla criminalità organizzata che oggi registra una dimensione transnazionale con il Parlamento Europeo in prima linea per garantire un quadro legislativo omogeneo e strumenti di contrasto più incisivi e pene più severe “.

Lo afferma l’On. Salvatore Iacolino, Relatore permanente della Commissione Speciale contro la criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro nel giorno del 21° anniversario della strage di via D’Amelio.

“L’aver voluto commemorare – nell’ambito delle attività della Commissione Speciale contro la criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro – tutte le vittime innocenti della criminalità organizzata, specialmente di tipo mafioso, rendendo uno speciale tributo al sacrificio coraggioso di chi è stato assassinato per averla combattuta, trova nell’istituzione di una “Giornata europea della memoria” il segnale inequivocabile della consapevolezza che la sfida è europea.

Confidiamo – continua Iacolino – di poter celebrare la “Giornata europea della memoria” in una fra quelle date che hanno tristemente funestato la Sicilia di morte e terrore”.

“Ricordare il giudice Borsellino e le vittime innocenti – conclude Iacolino – è la risposta migliore che i cittadini onesti possono dare alle mafie, sostenendo, nel contempo, il lavoro delle forze dell’ordine e dei magistrati fortemente impegnati nel contrasto ai sistemi criminali mafiosi”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button