PoliticaPrimo Piano

Parco Cassarà: un milione e mezzo per la bonifica. Da dove prenderà i soldi il Comune?

Un milione e mezzo di euro per ripulire Parco Cassarà. E’ quanto ha previsto un consulente della Procura di Palermo dopo la consegna al Comune del parco cittadino.

Il parco di via Basile era stato sequestrato un paio di anni fa perché erano stati rilevati rifiuti di vario genere, dai meno atossici ad eternit e altro nel sottosuolo, così per motivi di sicurezza e salvaguardia della saluta pubblica la Procura palermitana ne aveva predisposto il sequestro, fin quando non si sarebbe deciso del suo destino.

A luglio la consegna della prima parte del parco, quella delimitata dal nastro verde e con la presenza di rifiuti meno pericolosi, e il via alla bonifica, cominciata, però, solo da qualche giorno, per “problemi burocratici” come avevano chiarito dall’amminstrazione comunale.

Ieri la consegna delle altre due zone, quella gialla e quella rossa, nelle quali il Comune di Palermo deve provvedere alla bonifica, che sarà più difficile e impegnativa per la presenza di materiali tossici e rifiuti pericolosi. Ma soprattutto sarà molto più onerosa, infatti, dalla Procura, prevedono una spesa di circa un milione e mezzo di euro per la riconsegna completa del Parco alla cittadinanza, soldi che per il momento le casse comunale non hanno.

Ma l’iter per la bonifica sarà molto lungo, dato che da qualche anno non è più l’ex Amia ad occuparsi della bonifica e smaltimento dei rifiuti speciali, e che quindi si dovrebbe procedere con gara d’appalto,  e questo tempo  potrebbe consentire all’ufficio ragioneria di reperire i fondi. 

Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: