CronacaPrimo Piano

Panini mafiosi, “Il governo italiano intervenga subito”

Logo Don Panino

Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha inviato oggi una lettera al Presidente del Consiglio Enrico Letta e al Ministro degli Esteri Emma Bonino in merito alla vicenda della catena alimentare “Don Panino” che in Austria commercializza panini con frasi offensive della memoria della vittime di mafia, in particolare di Giovanni Falcone e Peppino Impastato.

“Al di là dei necessari accertamenti che sono certo sia le Autorità italiane che quelle austriache vorranno fare sui titolari di questa pseudo azienda e sull’origine dei rispettivi capitali – dice il Sindaco Orlando – credo urgentissimo e necessario che il governo italiano intervenga presso quello austriaco perché sia impedito che la memoria delle vittime di mafia sia infangata dall’accostamento a nomi mafiosi e dall’utilizzo di parole offensive cosi utilizzate da questa catena alimentare”

Anche il ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Gianpiero D’Alia  chiede l’intervento della Bonino: “La denuncia di ‘Rete 100 passi’ lascia allibiti: quei menu visti a Vienna che esaltano i boss mafiosi e dileggiano Falcone e Impastato sono semplicemente disgustosi. Chiederò al ministro Emma Bonino un intervento urgente perché venga rimossa questa squallida trovata commerciale che offende la memoria delle vittime di mafia e tutto il popolo italiano”.

Salvino Caputo chiede che l’Ars e la Regione siciliana così come ogni ente locale, accanto al parlamento nazionale e ai ministeri a partire da quello degli Esteri, intervengano presso il governo austriaco in merito al fast food che a Vienna espone un menu ove, fra l’altro, si legge: Panino don Peppino (Impastato): “siciliano dalla bocca larga fu cotto in una bomba come un pollo nel barbecue”; panino Giovanni Falcone: “sarà grigliato come un salsicciotto “.

“Inconcepibile che un menù del genere possa esser rimasto esposto anche per un solo giorno – riprende Caputo – Nessun locale in Sicilia che offendesse la memoria di eroi di altre nazioni rimarrebbe aperto per più di un minuto! Interveniamo subito e facciamolo tutti”. “Ed esprimo subito la mia vicinanza alle famiglie Impastato e Falcone – conclude – mentre mi associo allo sdegno di Rete 100 Passi che ha diffuso la notizia e promosso una petizione”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com